Intel prepara un nuovo attacco sul fronte mobile

Toccata nel vivo dalla concorrenza di vecchi e nuovi attori (Amd e Transmeta, soprattutto), la numero uno dei chip sta progettando una nuova architettura, destinata ai portatili e capace di coniugare bassi consumi e prestazioni. Lancio previsto nel 2002.

Nel 2002, Intel dovrebbe uscire con una nuova architettura
appositamente pensata per i notebook, in particolare il crescente
segmento dei modelli sottili e leggeri. La competizione su questo
fronte si è inasprita negli ultimi tempi, con gli attacchi portati
dallo storico rivale Amd, ma anche da nuovi arrivati, prima fra tutti
Transmeta. Così, Intel ha pensato di dedicare specifici sforzi di
design per creare processori ad hoc (ancora senza nome), che non
siano semplici versioni "compatte" degli esistenti Pentium 4 o
Celeron e che tengano conto delle esigenze di risparmio nei consumi,
senza intaccare le prestazioni complessive dei sistemi. In pratica,
su questo nuovo progetto è stato dirottato il team in precedenza
impegnato sullo sviluppo di Timna, processore embedded il cui
sviluppo è stato interrotto lo scorso anno. Non molto si sa sugli
aspetti tecnici del nuovo chip. é probabile che venga utilizzato un
processo di fabbricazione a 0,13 micron e che, per risparmiare sui
consumi, si lavori su un'evoluzione di SpeedStep.
La scelta di Intel dimostra, fra l'altro, come ci siano attese
significative per un'affermazione dei notebook, soprattutto quelli
leggeri, come client ideali per un impiego aziendale. Già l'anno
prossimo, secondo stime interne, il 60-65% di questo mercato dovrebbe
appartenere alla fascia dei modelli sottili e leggeri. Secondo i
piani del costruttore, la nuova gamma di chip andrebbe ad affiancare
quelle esistenti e si proporrebbe come complemento soprattutto ai
Mobile Pentium 4, la cui prossima evoluzione, a 0,13 micron, porta il
nome in codice di Northwood.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here