Intel, Microsoft e Ibm si alleano per i 100 terabyte

Ibm, Microsoft e Intel si sono alleate per rilasciare entro fine anno il primo cluster di server capace di immagazzinare oltre 100 terabyte di dati. Caratterizzato dall’ampia capienza, il nuovo sistema si distinguerà sul mercato anche per la vel …

Ibm, Microsoft e Intel si sono alleate per rilasciare entro fine anno
il primo cluster di server capace di immagazzinare oltre 100 terabyte
di dati. Caratterizzato dall'ampia capienza, il nuovo sistema si
distinguerà sul mercato anche per la velocità d'elaborazione,
differenziandosi, secondo voci interne a Big Blue, da tutti i
possibili concorrenti. Nella sua configurazione sono previsti, server
Ibm Netfinity con processore Intel Pentium III Xeon, Ibm Db2
Universal Database e il sistema operativo Microsoft Windows 2000
nella versione Advanced Server. La velocità del sistema, garantita
dal numero di cpu supportate e dagli slot disponibili per
l'introduzione di altri componenti, tocca il numero di 440.879
transazioni al minuto. Realizzato per soddisfare le richieste di
realtà aziendali caratterizzare da un uso intensivo di applicazioni
business-to-business, di commercio elettronico e processi di
Enterprise resource planning, il nuovo cluster di server sarà
disponibile per il prossimo dicembre.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here