Home Prodotti Hardware Intel: ecco come deve essere il computer del 2020

Intel: ecco come deve essere il computer del 2020

Che si serva del computer per tempo libero o lavoro, il consumatore odierno lo sceglie in base a diversi fattori che rispetto al passato non vengono considerati più singolarmente, ma confluiscono in ciò che oggi l’industria chiama esperienza utente.

Secondo l’analisi GFK sulle modalità di acquisto nel 2019, emerge chiaramente come la facilità di utilizzo sia per oltre il 52% (il 40% nel 2015) dei consumatori uno dei principali motivi d’acquisto, l’importanza di poter essere sempre raggiungibili un fattore chiave per oltre il 42% dei consumatori (il 37% nel 2015), la personalizzazione, ossia la capacità del prodotto di adattarsi alle esigenze imprescindibile nella scelta del PC per oltre il 40% dei consumatori (il 32% nel 2015); mentre la rilevanza delle esperienze è fondamentale per il 50% degli utenti (il 42% nel 2015), una percentuale che cresce se si considerano i gamer, da sempre più esigenti. 

Le evoluzioni negli usi e nelle preferenze hanno portato alla produzione di computer sia in grado di soddisfare le mutate richieste degli utenti sia capaci di guardare al futuro per anticipare nuove potenziali richieste. Va inquadrato in quest’ottica Project Athena, il programma di innovazione dei laptop che Intel annunciato a inizio anno e che oggi coinvolge oltre 100 aziende del settore, fra cui produttori di computer che hanno già introdotto sul mercato laptop validati dal programma e che soddisfano i requisiti tecnici. I dispositivi validati dal programma, vengono riconosciuti da un identificatore grafico che ne garantisce la qualità, denominato “Engineered for Mobile Performance”. Sul mercato è già presente una ventina di modelli realizzati da produttori come Dell, HP, Lenovo, Asus, Acer o Samsung.

Cosa deve avere un laptop per essere Project Athena?

Project Athena poggia su sei indicatori fondamentali (KEI), che sono stati sviluppati come metriche ingegneristiche focalizzate sull’utilizzo quotidiano e reale dei laptop. Non più quindi prestazioni su potenziali tipologie di utilizzo, ma funzionalità che nascono dall’analisi delle modalità concrete d’uso. I sei indicatori – Azione istantanea, Prestazioni e reattività, Intelligenza, Durata della batteria, Connettività e Design – sono frutto di numerose analisi condotte da Intel insieme a un team che comprende non solo ingegneri, ma anche sociologi.

NIcola Procaccio Intel
Nicola Procaccio, Country Lead Intel Italia

“Il PC del futuro richiederà un’evoluzione continua – commenta Nicola Procaccio, Country Lead Intel Italia – e Project Athena punta proprio a conseguire questo, attraverso un programma di innovazione che coinvolge tutti gli attori dell’ecosistema per introdurre sul mercato laptop che racchiudono il meglio della tecnologia di nuova generazione, come 5G e AI, e appositamente creati per venire incontro alle reali esigenze degli utenti e dei loro modelli di utilizzo. Un allineamento fin dalle fasi preliminari della progettazione, che assicureranno durata della batteria oltre le nove ore in uso normale e in condizioni reali, reattività istantanea, integrazione dell’intelligenza artificiale e della connettività di ultima generazione – tutto all’interno di design sottili e leggeri”.

Intel Core a quota dieci

Nelle piattaforme per PC portatili, un cambiamento di paradigma lo ha portato anche con i processori Core di decima generazione. Grazie all’introduzione per la prima volta nei PC dell’intelligenza artificiale su larga scala, alla nuova architettura grafica, alla connettività Intel Wi-Fi 6 (Gig+) della categoria e a Thunderbolt 3 – tutti integrati nel SoC grazie alla tecnologia di processo a 10 nm e all’architettura Intel –, ora è possibile avere una nuova gamma di esperienze e innovazioni nel settore dei notebook.

“L’intelligenza artificiale, la grafica, la connettività e l’I/O sono stati ottimizzati nel SoC, per una soluzione che offre ai produttori di PC, oltre a vantaggi in termini di prestazioni e reattività, una serie di caratteristiche e di funzionalità che consentono di progettare notebook con livelli superiori di gaming, fruizione e creazione di contenuti” – prosegue Procaccio.

Soluzioni su misura

Per chi, come i gamer, è alla ricerca di soluzioni tecnologiche al massimo delle prestazioni, Intel mette a disposizione i suoi processori Core di nona generazione per desktop, che sono pensati per accontentare anche i più esigenti. Di recente, la società ha messo in commercio il modello Core i9-9900KS Special Edition, con 5 GHz di frequenza raggiunti su tutti i core, che incrementa ulteriormente il livello del gaming su computer desktop. Per chi invece volesse portare con sé ovunque la propria piattaforma PC da gioco, il prodotto ideale per Intel è un processore della famiglia Intel Core di nona generazione serie H, che abilita PC portatili più sottili e leggeri con le prestazioni necessarie per giocare ai propri videogame preferiti.

Alte performance nel palmo di una mano

PC NUK presen
Paolo Canepa, Partner Sales Account Manager di Intel, mostra le dimensioni del Pc NUC

A chi ha poco spazio, ma non vuole rinunciare a tutte le funzionalità e le performance di un computer completo, Intel propone i mini-PC Intel NUC. Si tratta di veri mini-PC che possono essere tenuti sul palmo di una mano, dotati della potenza della famiglia di processori Intel Core di decima generazione serie U e delle caratteristiche più avanzate, come la connessione Thunderbolt 3 e supporto fino a 3 display in contemporanea. Adatti per home theater, produttività home office, e casual gaming, possono sostituire un desktop quando risparmiare spazio è la vera priorità. Sono disponibili con diverse configurazioni hardware, di storage e memoria. Ridotte non sono soltanto le dimensioni, ma anche i consumi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php