Intel e Texas investono sul mobile

A pochi giorni di distanza Texas Instruments e Intel hanno annunciato massicci investimenti per lo sviluppo di applicazioni Internet destinate ai telefoni cellulari e ai Pda. Nel 2001, in particolare, Intel prevede di investire 4,3 miliardi di dollari. …

A pochi giorni di distanza Texas Instruments e Intel hanno annunciato
massicci investimenti per lo sviluppo di applicazioni Internet
destinate ai telefoni cellulari e ai Pda. Nel 2001, in particolare,
Intel prevede di investire 4,3 miliardi di dollari.
Texas, invece, partirà con un fondo di 100 milioni di dollari
destinato alle start up occidentali che intendano sviluppare sul
proprio chipset Omap (Open Multimedia Applications Platform),
all'interno del quale possono coabitare i circuiti Dsp e
microprocessori Risc di origine Arm.
Microsoft disporrebbe già di campioni della piattaforma Texas, allo
scopo di basarvi servizi audiovisuali e di gestione dei diritti su
opere digitali. In effetti, il motore Omap funzionerà con un sistema
operativo Windows leggero, un embedded Java o l'Epoc di Symbian.
L'architettura è progettata per le due prossime generazioni di
telefoni cellulari, con una velocità teorica di 6 Mbit/s. Devono
ancora essere confermate, tuttavia, le promesse in termini di
economia nella potenza elettrica e, dunque, di autonomia nei consumi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome