Intel e Sap insieme per l’Rfid

Unione di intenti e di pratiche fra le due società per rendere le architetture hardware più intimamente connesse al momento gestionale dei dati provenienti dalla radiofrequenza.

Sap e Intel hanno annunciato una partnership tesa a semplificare l'utilizzo della tecnologia Rfid.


Le società daranno ai clienti la possibilità di scegliere se integrare l'hardware Rfid direttamente nei sistemi back-end e nei processi operativi, oppure se affidare la gestione dell'ambiente hardware ad altri partner specializzati.


L'integrazione diretta punta a un approccio ottimizzato e risulta più adatta ad ambienti di business meno complessi.


Il ricorso a partner nella gestione dei dispositivi, invece, consente di amministrare ambienti molto complessi, composti da varie tipologie di apparati multi vendor.


Nel complesso, le soluzioni sono destinate a velocizzare l'adozione di dispositivi Rfid attraverso la realizzazione di un ambiente plug-and-play.


Intel, inoltre, fornirà la tecnologia per rendere disponibile la soluzione di gestione dei dispositivi attraverso la piattaforma Sap NetWeaver.


L'approccio proposto da Sap e Intel, quindi, aiuterà le aziende ad avere la capacità di gestire i lettori Rfid direttamente dal gestionale, come per esempio attraverso l'applicazione di gestione del magazzino.


La collaborazione permetterà anche alle aziende di combinare dispositivi di acquisizione dei dati intelligenti e non. In un dispositivo di acquisizione dati non intelligente, l'utilità dei dati viene analizzata a livello software.


In un dispositivo di acquisizione dati intelligente, invece, questa capacità è contenuta nell'hardware. Il concetto di base è quello di fornire più intelligenza sia a livello del lettore hardware, sia in termini di integrazione su qualsiasi infrastruttura di sistema, come Sap Auto-Id Infrastructure.


Gli attuali partner di Intel e Sap svolgeranno un ruolo importante per portare al mercato questo modello concettuale.


La soluzione proposta comprenderà funzioni per l'operatività di supply-chain abilitate all'Rfid attraverso mySap Supply Chain Management, arricchite da miglioramenti nell'integrazione dei dispositivi dei partner e nella gestione degli apparati, certificazione dei messaggi su standard Physical Markup Language provenienti dai device Rfid, una piattaforma composita basata su NetWeaver che si collega ai tool di gestione, amministrazione e monitoraggio dei dispositivi del partner.


Intel, inoltre, garantirà ai clienti l'accessibilità della struttura Rfid Lab di Monaco e fornirà servizi di supporto attraverso l'organizzazione Intel Solution Service.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here