Intel attacca con gli 800, Amd risponde con i 900 MHz

Come previsto, Intel ha lanciato ieri, in netto anticipo rispetto ai tempi, i nuovi processori Pentium III con velocità di clock a 750 e 800 MHz. Il management della società ha fatto sapere che, per quanto riguarda la disponibilità …

Come previsto, Intel ha lanciato ieri, in netto anticipo rispetto ai tempi,
i nuovi processori Pentium III con velocità di clock a 750 e 800 MHz. Il
management della società ha fatto sapere che, per quanto riguarda la
disponibilità effettiva, solo l'esemplare a 800 MHz soffrirà inizialment
e
di qualche problema di consegna, mentre per la frequenza di 750 MHz sono
state assicurate abbondanti forniture. Allo stesso modo, Intel sembra aver
risolto i problemi di produzione segnalati nel mese di novembre (causati da
una richiesta superiore alle aspettative), riguardo ai Pentium III a 700 e
733 MHz.
Amd, nel frattempo, non è certo stata a guardare, riguadagnando
immediatamente il primato di clock sulla rivale con la dimostrazione di due
differenti esemplari a 900 MHz del proprio Athlon. Entrambi sono basati su
processo produttivo a 0,18 micron, ma uno è costruito con tradizionali
interconnessioni in aluminio mentre l'altro, realizzato negli stabilimenti
di Dresda, sfrutta il rame. Si tratta, per ora, di prototipi: la casa di
Sunnyvale prevede di rilasciare sul mercato l'Athlon a 800 MHz il prossimo
gennaio, mentre la barriera di 1 GHz verrà presumibilmente varcata a met
à
del 2000.
Questi annunci a catena non fanno che stringere sempre più i tempi di una
lotta combattuta a colpi di clock, che, in realtà, può suscitare qualche
dubbio sulla effettiva utilità per l'utente. Gli analisti sostengono,
tuttavia, che tale competizione sia vantaggiosa, perché mette sul banco
potenza maggiore in tempi sempre più brevi, oltre a causare l'abbassamento
dei prezzi dei processori esistenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here