Integrare, per interesse

Connettori gestionali in Bnl, nelle parole di chi fa i servizi organizzativi

Il progetto di integrazione applicativa di Banca Nazionale del Lavoro nasce da una duplice esigenza: «Da un lato- sostiene Luca Caggiati, responsabile gestione costi ed efficientamento, Direzioni del Servizio Organizzazione di Bnl -, avevamo la necessità di sviluppare alcune funzionalità aggiuntive, non coperte dall'Erp Sap/R3. Dall'altro, avevamo dovevamo raggiungere una popolazione estesa a qualsiasi utente della banca. Di qui la valutazione di una soluzione Web per l'integrazione».

Le aree coinvolte nel progetto sono diverse. L'ottimizzazione del workflow relativo alle fatture, con la gestione completa del ciclo di vita di questi documenti, dal momento in cui arriva in banca fino a quando vengono registrati. Ancora, la gestione delle “piccole spese”, che i vari uffici della banca possono sostenere in autonomia, utilizzando un fondo cassa progressivamente reintegrato. Infine, le procedure di inserimento dei nuovi fornitori.

Il progetto di integrazione sulla piattaforma R/3, avviato nel gennaio del 2005, poggia sui Web service per l'interscambio interno di documenti e frammenti di applicazioni.

«Abbiamo fatto un rollout sulla direzione generale - chiarisce il manager - e a breve sarà aperto a tutta la rete delle banche collegate».

Una decina le persone coinvolte internamente, altrettante quelle messe a disposizione dal system integrator, Atos Origin. L'infrastruttura, sviluppata in ambiente .Net, sfrutta un connettore “Microsoft verso Sap” sviluppato dalla casa di Redmond. Il database del framework è Sql Server.

«Lo sforzo iniziale per la costruzione di una piattaforma aperta ai Web service è stato consistente - conclude Caggiati -. Tuttavia, in futuro, le sue possibili declinazioni dovrebbero essere sviluppate più velocemente. I benefici ottenuti sono riconducibili allo snellimento dei tempi dell'iter burocratico e alla miglior efficienza dei processi relativi al ciclo passivo. Ma la tecnologia in questione è già alla base di un nuovo progetto sui processi di incentivazione del personale, che verte sulla migliore integrazione del modulo Sap Hr».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here