Inte-com: la sicurezza naviga in rete

Sarà il Cebit di Hannover la vetrina scelta dalla società australiana Intellect per presentare la sua ultima novità in materia di sicurezza su Internet. L’azienda, che opera nel settore dei pagamenti elettronici e realizza una fett …

Sarà il Cebit di Hannover la vetrina scelta dalla società australiana
Intellect per presentare la sua ultima novità in materia di sicurezza su
Internet. L'azienda, che opera nel settore dei pagamenti elettronici e
realizza una fetta considerevole del proprio business in Europa (anche se
ha ancora scarsi contatti in Italia), ha messo a punto un sistema di
protezione delle transazioni online chiamato Inte-com. Il sistema è
complesso e offre un livello di protezione particolarmente elevato. Ne sono
prova diversi contratti firmati da banche australiane che lo hanno
utilizzato per garantire la sicurezza per i propri servizi di banking
online.
Basato su un'architettura NT, Inte-com mette a disposizione dell'utente
una gamma particolarmente ampia di sistemi atti a garantire la sicurezza
delle transazioni, dall'autenticazione Rsa a 1024 bit all'utilizzo
dell'algoritmo di crittografia International Data Encryption Algorithm 128,
dalla registrazione degli utenti alla disponibilità di una tastiera
virtuale che garantisce la protezione in fase di digitazione dei Pin, e
ancora dal completo isolamento dalla Rete dell'host alla garanzia
dell'integrità dei dati.
Inte-com si basa su un concetto di controllo delle transazioni da parte di
un server ausiliario, fornito dalla stessa Intellect, il quale si preoccupa
di autenticare tutte le transazioni prima che arrivino all'host
dell'utente. "L'approccio indipendente dall'host garantisce inoltre la
possibilità di integrare il sistema in qualunque architettura di rete
pre-esistente, - ha affermato Georges Gysels, Marketing Manager per l'area
Banking e Retail di Intellect, durante una conferenza stampa tenutasi
recentemente a Londra - senza bisogno di modificare in alcun modo il
sistema".
Inte-com si indirizza prevalentemente a banche, assicurazioni e grandi
aziende che intendono affrontare con serietà il problema del commercio
elettronico e delle transazioni finanziarie via Internet, ma può adattarsi
anche a business di minori dimensioni.
Nel corso della conferenza stampa, Intellect ha annunciato anche la
disponibilità di un terminale mobile per i pagamenti con carte
multi-funzione. Si tratta in effetti del primo terminale di questo tipo,
visto che è in grado di portare a termine le transazioni finanziarie (con
carte di credito, di debito e borsellini elettronici) utilizzando la rete
Gsm o una rete dedicata come Mobitex. Anche il terminale, che si chiama
Universal Payment Terminal, sarà presentato ufficialmente in occasione del
Cebit di Hannover.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome