Individuato un altro punto debole nel browser Microsoft Ie

E’ trascorsa solamente una settimana da quando l’esperto bulgaro di sicurezza Georgi Guninski ha esposto una problema potenzialmente pericoloso nel software Microsoft che già si è imbattuto in un altro problema. Il baco individuato afflig …

E' trascorsa solamente una settimana da quando l'esperto bulgaro di
sicurezza Georgi Guninski ha esposto una problema potenzialmente
pericoloso nel software Microsoft che già si è imbattuto in un altro
problema. Il baco individuato affligge la recente versione 5.0 del
noto browser di casa Microsoft, e consentirebbe ad eventuali hacker
d'introdursi nei computer che lo utilizzano e di poter giocare con i
file memorizzati su disco. Un intruso, infatti, sfruttando la
debolezza di Ie 5.0 potrebbe non solo aver accesso ai file, ma
potrebbe anche scrivere ed eseguire programmi. Guninski ha
individuato l'ultimo problema utilizzando la tecnologia ActiveX di
Microsoft, che gestisce la trasmissione e la ricezione dei file.
Combinate con Java, le tecnologie consentono a un hacker di accedere
al calcolatore della vittima, operazione che non sarebbe possibile se
i sistemi fossero utilizzati in modalità indipendente. Un portavoce
di Microsoft ha comunque assicurato che la società sta studiando il
problema segnalato. L'avviso di Guninski è stato divulgato attraverso
SecurityFocus.com.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome