In vigore le nuove norme doganali Ue

Norme doganali dogana

Il  1° maggio è entrato in vigore il nuovo Codice doganale dell'Unione europea (Cdu) istituito con Regolamento UE 952/2013, che ha modificato radicalmente la normativa doganale dell'Ue in vigore dal 1992. Il nuovo Codice intende facilitare il commercio internazionale e garantire un maggiore livello di sicurezza alle frontiere attraverso la semplificazione delle dichiarazioni doganali.

Una delle principali novità prevede che non sarà più necessario fornire alla dogana i documenti di accompagnamento in maniera sistematica, bensì solo nel caso in cui la normativa dell’Unione lo richieda o qualora risultino necessari per lo svolgimento di controlli doganali. Permane l’obbligo dell’operatore di esibire la documentazione in proprio possesso a seguito di espressa richiesta

L’Agenzia delle Dogane ha definito una specifica strategia e un piano di implementazione per limitare gli impatti operativi e adottare le misure atte a garantire agli operatori di potere beneficiare sia delle semplificazioni previste dal complesso delle disposizioni del nuovo codice sia di quelle già adottate a livello nazionale. I provvedimenti applicati a decorrere dal 1° maggio 2016 permetteranno la piena operatività del Cdu  dal 1° giugno 2016, quando il Codice tuttora in vigore sarà abrogato. Tuttavia, è previsto un periodo di transizione per consentire l’adattamento alle nuove disposizioni giuridiche fino al 1° maggio 2019, con previsione di adeguamento dei sistemi elettronici degli Stati membri entro l’anno successivo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome