In Schiedel l’Rfid dà «calore»

La società, che produce caminetti e canne fumarie, ha migliorato la gestione di magazzino e logistica utilizzando l’identificazione in radiofrequenza

Il gruppo Lafarge Roofin è una realtà paneuropea che impiega oltre 10.000 persone e opera nel settore dei prodotti per l'edilizia. Al suo interno, Schiedel produce canne fumarie e caminetti attraverso 23 insediamenti produttivi dislocati in vari paesi del Vecchio Continente. La sede italiana è a Truccazzano (Milano), dove è ospitata anche la produzione delle canne fumarie in acciaio. In Italia operano circa 200 addetti, principalmente nello stabilimento milanese. «Fino all'inizio del 2006, gestivamo al nostro interno diversi magazzini, ma non la logistica, ossia la posizione delle celle di stoccaggio, il codice a barre sui prodotti e così via - spiega Fausto Gislon, It e Organization manager di Schiedel italiana -. È sorta, quindi, la necessità di riorganizzare queste attività, con l'idea di snellire i processi di preparazione della merce». Lo studio del progetto di acquisizione, elaborazione e trasmissione dei dati in radiofrequenza è stato avviato nel dicembre 2005 e l'operatività del sistema è stata garantita a partire dal gennaio 2006. L'avviamento è durato una dozzina di settimane. Si è deciso di optare per un nuovo sistema di gestione, abbinato a terminali nuovi, da correlare all'Erp già in uso. «Non si voleva introdurre un sistema che eseguisse esattamente le funzioni svolte in precedenza dagli operatori, ma che analizzasse le modalità di lavoro precedenti e fornisse strumenti idonei a migliorare, dove possibile, il lavoro delle persone - tiene a sottolineare il manager -. Per raggiungere questo obiettivo, è stata necessaria l'interazione di più gruppi. Quello tecnico ha seguito lo sviluppo della programmazione, delle implementazioni tecniche, dei sistemi, della sicurezza. Il gruppo procedural ha delineato la configurazione di magazzino, rilevando le aree da coprire con la radiofrequenza e riorganizzando i disegni di mappatura».


Visibilità sulla logistica


La situazione era resa più complessa dal fatto che l'azienda, effettuando anche la produzione, aveva la necessità di tenere in magazzino scorte di materie prime e semilavorati e, pertanto, si sono dovuti automatizzare anche alcuni segmenti delle linee di produzione. Ogni prodotto deve essere etichettato con codice a barre, quindi deve essere predisposta la mappatura sia delle aree sia delle celle di magazzino, mediante opportuni codici. Tali dati devono essere, quindi, passati al gruppo tecnico, che li inserisce nel sistema per essere gestiti. I terminali scelti per la lettura e l'acquisizione dati in radiofrequenza sono i palmari 7535 di Psion Teklogix, che lavorano in emulazione diretta: le unità sono, infatti, collegate al sistema centrale, senza l'utilizzo di un'architettura client-server. Attualmente, in Schiedel è installata una quindicina di terminali, che dialogano direttamente con l'Erp Microsoft Navision (oggi Dynamics Nav) per la gestione di circa 16.000 codici prodotto. Il sistema fornisce, a seconda dell'utente che entra in magazzino, la visibilità della logistica nella quale sta operando.


La centralità dell'Erp


Tutta la funzionalità del sistema è legata al gestionale, quindi la programmazione e qualsiasi operazione sono eseguite sul terminale, ma sono gestite in modo diretto da Navision. Per esempio, se effettuando un prelievo presso una cella non si trova il prodotto da asportare, sul palmare appare una segnalazione di errore e l'operatore può intervenire sull'ordine direttamente. Il sistema rileva l'anomalia segnalando tutto sul terminale. Ogni fase di lavoro è controllata, per verificare che lo svolgimento delle operazioni sia corretto. «Si è voluto eliminare la discrezionalità dell'operatore nella gestione degli ordini - conclude Gislon -. L'ordine, una volta inserito nel sistema, non può più essere modificato, se non per le attività commerciali, e viene elaborato automaticamente sulla gestione delle priorità predefinite. Ridotti gli errori, è stata creata anche una funzione di monitoraggio che, sulla base di determinati indicatori, segnala ogni giorno il livello di servizio fornito ai clienti».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here