In cerca di nuovi business, Hp si focalizza sul consumer

Finalmente Hewlett-Packard ha deciso di mettere in commercio anche in Italia i pc Pavilion. questa mossa rientra all’interno di una più ampia strategia volta a intensificare l’attenzione verso l’utente finale

Come si dice, meglio tardi che mai. Ecco quindi che, a cinque anni dalla
messa in commercio del primo modello, Hewlett-Packard ha finalmente deciso di
far esordire anche sul nostro mercato i computer Pavilion. A sentire i
responsabili dell'azienda, non è stato facile scegliere il momento in cui anche
noi avremmo potuto vedere nei negozi i pc consumer firmati Hp. La società ha
infatti preferito procedere con grande cautela, cercando prima di tutto di
consolidare la propria presenza nel segmento consumer paese per paese piuttosto
che puntare su una "calata in massa" nel Vecchio Continente. Per questo, se si
escludono Portogallo e i paesi dell'Est, arriviamo buoni ultimi a livello
europeo. A tale riguardo, il management italiano della Consumer Business
Organization fa molta fatica a celare un certo disappunto.


Classifiche di esordio a parte, l'arrivo dei Pavilion in Italia rientra
all'interno di una più ampia strategia che vede l'azienda cercare nuove forme di
business, volte a evitare la fossilizzazione sul mercato professionale. E questo
dovrebbe avvenire proprio attraverso il segmento consumer. "Vogliamo
ampliare il nostro raggio d'azione dall'It professionale a quello consumer per
essere più vicini all'utente finale
". ha detto Bernard Meric, vice
presidente e general manager consumer business Europe. Un desiderio più che
giustificato, se si considera che per il mercato consumer Hp prevede un giro
d'affari di 188 miliardi di dollari per il 2004.


La nuova direzione strategica non significa però
solo pc, ma un'azione a 360 gradi sull'utente finale. Azione che toccherà tre
settori: digital imaging (con fotocamere digitali e stampanti), digital
entertainment (con stampanti e altri tipi appliance che arriveranno in futuro) e
digital information (con dispositivi mobile).
Hewlett-Packard ama dire che non punterà sui
prodotti ma sulle soluzioni complete, che consentiranno agli utenti finali di
poter gestire facilmente audio, video, informazioni scaricate da Internet e
comunicazione. Ciò significa anche un certo ampliamento dell'offerta, che
dovrebbe avvenire nei prossimi mesi.


Per quanto concerne i Pavilion, l'esordio in Italia non comporta l'arrivo di
nuovi prodotti o di particolari innovazioni tecnologiche. In un primo momento
vedremo quindi solo i pc che tanto sono piaciuti all'estero (in Francia e Spagna
Hp occupa la prima posizione nella vendita dei computer brand consumer).
Nell'ambito di 6-12 mesi però gran parte dei Pavilion venduti in Italia saranno
prodotti nel nostro Paese, questo per poter definire caratteristiche funzionali
e di design più adatte alle esigenze del pubblico italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome