Il tribunale di Monza si pronuncia contro Rambus

Un tribunale italiano sembra aver rifiutato a Rambus la richiesta di interrompere la produzione dei chip di memoria di Micron Technology, società che produce SdRam nello stabilimento di Avezzano recentemente acquistato da Texas Instruments. Secondo alc

Un tribunale italiano sembra aver rifiutato a Rambus la richiesta di interrompere la produzione dei chip di memoria di Micron Technology, società che produce SdRam nello stabilimento di Avezzano recentemente acquistato da Texas Instruments. Secondo alcune fonti, la richiesta è stata negata dal tribunale di Monza. Un portavoce di Rambus ha affermato di non poter commentare ancora la notizia, aggiungendo che la società è pronta a ricorrere in appello. Nota soprattutto per aver ideato il memory chip in grado di lavorare con l'ultimo processore di Intel, il Pentium 4, Rambus dispone di brevetti che coprono sia le Rambus Dram che altri tipi di memoria. La causa contro Micron, avviata negli Stati Uniti e risolta in Italia, concerne proprio la violazione delle specifiche Sdram e Ddr, un motivo alla base delle cause aperte anche nei confronti della coreana Hynix Semiconductor e della tedesca Infineon Technologies.
Tre società che producono la metà dei chip di memoria richiesti dal mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome