Il test del Sony Vaio X505

Integra componenti miniaturizzati e a basso consumo di energia

Settembre 2004 I subnotebook sono l'anello di congiunzione tra i portatili e i palmari, hanno peso e dimensioni molto ridotte a costi però più alti di un notebook normale.

Indicati per chi è spesso in viaggio e quindi per chi cerca l'ultraportabilità e la durata della batteria, perdono un po' in prestazioni e nell'usabilità generale data dalla tastiera e dallo schermo di dimensioni ridotte.

Ciò che ci ha stupito nella prova del nuovo X505 di Sony sono le soluzioni tecnologiche e costruttive racchiuse in questo piccolo computer, che segnano un deciso passo avanti della categoria dei notebook ultraleggeri.

Gran parte dell'innovazione sta nello chassis di colore nero, molto sottile, che porta a valori ancora più estremi quello che qualche anno fa era il subnotebook più sottile, il Sony 505 presentato nel 1998.

Chassis in lega di carbonio, con spessore di 9,7 mm
Quando si ha tra le mani questo portatile non si può non rimanere colpiti dall'estrema sottigliezza del corpo macchina, che arriva a malapena a 1 cm nella parte frontale, dove lo schermo LCD si chiude. L'X505 non dispone di ventole, si è dovuta quindi trovare una soluzione alternativa per la dissipazione del calore.

Si è ricorsi a una lega di nichel e carbonio, simile a quella impiegata nelle costruzioni aeronautiche o in F1, che oltre a contenere il peso permette anche una migliore dissipazione del calore generato dai componenti interni. Il peso della macchina è inferiore al chilogrammo, solo 835 grammi.

La tastiera è ben congegnata e al posto del touchpad è presente un trackpoint simile a quello integrato sui notebook IBM.
L'estrema sottigliezza dello chassis deve essere anche accompagnata da un'integrazione di componenti miniaturizzati specifici, esaminiamo dunque in dettaglio gli elementi che compongono questo pregiato pezzo della casa giapponese.

Il cuore è un Pentium M UV
L'X505 si basa sul nuovo Pentium M UV (UltraVoltage) di Intel. Studiato per essere integrato in portatili a basso consumo, ha frequenze di lavoro più basse in termini di velocità. In particolare, funziona a 1,1 GHz, ma permette comunque di avere ottime prestazioni grazie a un'architettura più efficiente e alle dimensione della cache da 1 MB.

Il Pentium M UV fa parte della piattaforma Centrino, il sistema per portatili che Intel ha lanciato poco più di un anno fa e che è composta dal chipset 855, in questo caso 855GM che ha la grafica integrata, un'altra soluzione per contenere al massimo le dimensioni.

Nel Vaio sono installati 512 MB Ram DDR a 266 MHz, anche questa soluzione pensata per il consumo energetico. Tutti questi componenti sono alloggiati su una scheda madre ultra miniaturizzata con dimensioni pari a quelle di un minidisc.

Per il Vaio X505, Sony ha dovuto affidarsi al disco rigido più piccolo in commercio, da 1,8” (di solito i portatili integrano i dischi da 2,5”). Prodotti da Toshiba e Hitachi, questi dischi mirano a rivoluzionare la portabilità dei dispositivi elettronici e sono già stati integrati nei mini lettori MP3. Hanno forse un solo difetto per un PC portatile ed è la capacità cui possono giungere, per ora limitata a 20 GB, quando quelli da 2,5” superano i 100 GB.

Dotazione di porte e periferiche esterne
Ottima la connettività a bordo di questo miniportatile. Sulla parte sinistra sono presenti due porte USB, una firewire, sul lato destro un alloggiamento per PC Card. Esterno con connessione USB, Sony mette a disposizione un masterizzatore di DVD doppio formato DVD+/-R/RW compreso nell'offerta.

Nei test in laboratorio, l'autonomia si è attestata a un valore superiore alle 3 ore, dipendenti anche dagli applicativi in uso, mentre le prestazioni sono adeguate per un utilizzo di gestione posta elettronica, navigazione Internet, utilizzo di applicativi office, come videoscrittura, fogli di calcolo o strumenti di presentazione.

In sostanza, gli utilizzi tipici di dirigenti o manager, target di riferimento di questo prodotto, visto anche il prezzo considerevole di 2.999 euro.

Caratteristiche tecniche
Produttore: Sony
CPU: Pentium M UV 1,1 GHz
RAM: 512 MB DDR
Chipset: 855GM
Disco rigido: 1,8” 20 GB
Schermo: LCD da 10” XGA
Sezione video: integrata
Lettore mult.: masterizzatore di DVD esterno USB
Lettore Floppy Disk: no
Batteria: ioni di litio
Accessori: presa Ethernet, custodia portatile, custodia masterizzatore, PC Card 802.11g
Sist. Op: Windows XP Pro
Dimensioni: 256x208x9,7 mm
Peso: 0,850 kg
Garanzia: 2 anni

Voto globale: 9
Prezzo: 2.999 euro (IVA compresa)

Pro
• Dimensioni e peso
• Design
• Prestazioni e autonomia adeguata

Contro
• Prezzo
• Capienza hard disk

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here