Il Ppm di Compuware a portata di smartphone

Lanciato al Gartner Ppm & It Summit di Londra, Changepoint 2010 porta il Project portfolio management su iPhone e Blackberry.

Ridurre la differenza fra le funzionalità di dispositivi mobile, come Blackberry e iPhone, e le caratteristiche del prodotto effettivamente utilizzate. Focalizzata com'è sulle soluzioni per il Project portfolio management e per la gestione automatizzata delle forniture di servizi professionali, Compuware ha lanciato Changepoint 2010, release rivista e aggiornata in ottica smartphone.

Intento a migliorare la end-user experience, il fornitore di software e servizi ha rivolto l'attenzione ai miglioramenti di usability suggeriti dai clienti stessi annunciando al recente Gartner Ppm & It Governance Summit 2010 di Londra, una serie di novità realizzate per potenziare le capacità di executive decision making. Fra queste, un supporto ai dispositivi mobile con funzionalità dinamiche e virtualizzate.

In questo modo, oltre ad abilitare gli utenti in remoto, Changepoint 2010 permette di accedere e aggiornare task assegnati e di partecipare a processi di approvazione guidati da workflow. La nuova release offre, inoltre, una funzionalità avanzata di cattura dello schermo fornendo anche supporto avanzato per template associati a specifici oggetti di business. Sottocartelle accessibili a tutti i clienti, comprese terze parti che si connettono attraverso portali clienti, consentono una collaboration più dinamica per scelte di business sempre più rapide.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome