Il Piemonte sostiene il rilancio delle imprese in crisi

La Regione prevede uno stanziamento di 4,5 milioni di euro per la definizione di piani industriali, di sviluppo e rilancio e per i servizi di accompagnamento all’implementazione dei piani stessi.

La Regione Piemonte ha deciso di stanziare 4,5 milioni di euro a sostegno
del rilancio delle imprese in crisi nei settori tessile, meccanico e dell’Ict. L’obiettivo è salvaguardare le attività imprenditoriali con prospettive di
mercato e tutelare i livelli occupazionali.

Sono previsti una
consulenza gratuita per la redazione del piano di rilancio, un contributo a
fondo perduto per le spese di consulenza e per il ricorso temporaneo a
competenze managerial
i. Ogni azienda potrà avere fino a 150.000 euro di
contributo.

Nel dettaglio, la misura si rivolge a imprese con almeno 50 dipendenti (da
sole o associate) e prevede la consulenza per la redazione del piano di
rilancio a titolo gratuito
; un contributo a fondo perduto per le spese di
consulenza e affiancamento per la realizzazione delle attività e per le consulenze
specialistiche
per un importo minimo di 9.000 euro (100 ore) e massimo di
90.000 (1.000 ore), un contributo a fondo perduto per il ricorso temporaneo a
competenze
o a condivisioni manageriali nel rispetto del costo convenzionato
orario relativo alla prestazione delle attività ammontante a 65 euro, per un
importo minimo di 6.500 euro (100 ore) e massimo di 65.000 euro (1.000 ore).
L’importo massimo di contributo ammesso (90.000+65.000 euro) non deve essere
superiore al 50% del costo indicato nel piano di rilancio.

Il bando interessa un bacino di 150 imprese, di cui 79 in provincia
di Torino, con un totale di oltre 20.000 dipendenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here