Il pericolo viene dall’interno

Uno studio europeo commissionato da McAfee sul pericolo che corre l’azienda per la perdita dei dati a causa di un dipendente

L'idea tradizionale legata alle minacce per la sicurezza dell'azienda è che esse abbiano origine dall'esterno.

Le aziende effettuano significativi
investimenti in contromisure per difendersi, tra cui antivirus,
anti-spam, firewall e sistemi di intrusion
prevention (per nominarne solo alcuni) - nel
tentativo di bloccare malware e intrusi che cercano di penetrare nella loro rete aziendale.

Molti non riescono a vedere la propria
strategia di sicurezza nel senso inverso ovvero rispetto
all'incombente minaccia interna.

Invece, in modo
intenzionale o accidentale, oggi la forza lavoro
rappresenta una minaccia alla sicurezza sempre più
seria per le aziende, che ha la potenzialità di
danneggiare il brand di un'azienda, la sua reputazione e
l'azienda stessa.

La 'perdita di dati' è stata proclamata quale uno dei
problemi più incalzanti per le aziende nel 2007 e
Gartner ha inoltre recentemente affermato che ci
troviamo nel mezzo di 'un'epidemia di perdita di dati'.

La maggior parte di tutte le informazioni aziendali ora
sono in formato elettronico, molte di queste sono
accessibili a qualsiasi dipendente o collaboratore, e non
è quindi difficile comprendere come la perdita dei dati
rappresenti un disastro in attesa di verificarsi.

In questo
report McAfee esamina la portata della
minaccia rappresentata dalla perdita di dati che le
aziende europee devono affrontare da parte dei propri
dipendenti e si suggeriscono le best practice per affrontare
la minaccia interna.


TITOLO:
La minaccia interna, una disastrosa perdita di dati.
AUTORE:
McAfee


Il documento si estende su 14 pagine ed è disponibile in formato PDF (peso 800kb)


Scaricate il white paper utilizzando il
link che segue

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here