Il pc da 100 dollari si studia in India

Il primo lancio previsto tra pochi mesi, ma la sfida è aperta anche ai grandi player. Sfida sociale, ma anche tecnologica.

Un pc da 100 dollari?
Quasi reale.
Se i piani di rilascio verranno
rispettati, entro tre mesi una società indiana - Novatium - dovrebbe introdurre
sul mercato una macchina il cui costo dovrebbe aggirarsi sui 70-75 dollari,
monitor escluso.
L'aggiunta del monitor porta il prezzo complessivo sui 150
dollari, ma se si accetta l'idea di un monitor usato, allora la spesa riesce
tranquillamente a essere contenuta tra i 100 e i 120 dollari.
Ma se il
progetto Novatium si deve in gran parte allo spirito imprenditoriale del
fondatore della società, è altrettanto vero che l'India in queasto ultimo anno è
divenuta l'epicentro di una serie di iniziative che hanno come obiettivo la
realizzazione di personal computer a basso costo, così come testimoniano anche
le mosse di aziende come Amd.
La sfida, evidentemente, è quella di ridurre il
costo, senza penalizzare le funzionalità, anzi, introducendo migliorie laddove
necessario, come ad esempio sul fronte del consumo energetico o della resistenza
alle polveri.
In ogni caso, molti produttori restano convinti che la soglia
dei 200 dollari sia e resti impraticabile, visti i costi dei singoli componenti,
per quanto obsoleti possano essere.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here