Il passaggio all’Erp dà luce a Tergetti

La società toscana ha individuato in Formula il partner adatto per migliorare la gestione amministrativa, integrare la rete dei fornitori e seguire più da vicino l’attività delle varie aziende del gruppo. In programma un’ulteriore evoluzione della supply chain

In un momento di rapida crescita, a seguito dell'ingresso in Borsa, Gruppo Targetti, che opera nel settore dell'illuminazione architettonica, ha concretizzato la collaborazione con Gruppo Formula, implementando alcuni moduli di Diap@son. In particolare, l'attenzione dell'azienda fiorentina si è riversata su Dne Network Model (Nm), Xml Exchange (Xml), Supply Collaboration (Sc) e Manufacturing Collaboration (Mc).
L'esigenza strategica più rilevante era quella di superare i limiti di applicativo realizzato internamente nel 1990, passando a un gestionale evoluto. «Non ritengo che le valutazioni tecniche siano esclusivamente ciò che guida questo tipo di scelta - ha specificato Gian Maria Guarini, direttore acquisti, Gruppo Targetti -, perché a meno che non si pensi di “piegare” l'organizzazione all'applicativo, cosa che non ritengo opportuna, si tratta di acquisire un ambiente di base da implementare e personalizzare in base alle esigenze specifiche di ciascuna azienda. Abbiamo visto in Gruppo Formula una struttura anzitutto italiana, caratterizzata da un dinamismo analogo al nostro. Le garanzie offerte principalmente nell'assistenza post avviamento e la presenza territoriale diffusa sono state alla base della decisione».


Un futuro fatto di supply chain

La finalità del progetto è quella di
coprire interamente la catena del valore e un primo passo in questa direzione è già stato realizzato. Con Diap@son, infatti, installato su un server Microsoft Windows 2000 con data base Sql 2000, è stato possibile coprire le aree amministrazione e finanza, vendite e magazzino ed effettuare l'integrazione dei sistemi informativi delle consociate estere di Targetti Sankey, in modo da minimizzare i tempi di gestione e negoziazione degli ordini cliente provenienti da oltralpe. «Il completamento della supply chain - ha puntualizzato il manager - è previsto nei prossimi due anni, per ora abbiamo già installato il modulo di networking, come gradino iniziale per integrare la rete dei fornitori e degli stabilimenti produttivi per quanto riguarda le attività comuni, vale a dire coordinamento commerciale e finanziario». Il sistema consente la completa tracciabilità dell'ordine dalla sua genesi sugli eterogenei Erp locali delle consociate, fino all'evasione e spedizione al cliente finale. «Dne supporta il processo di negoziazione dell'ordine gestendo la comunicazione automatica delle eccezioni e dell'avanzamento con le possibili varianti - ha spiegato Fabio Sartini, responsabile commerciale area Scm di Gruppo Formula -. La piattaforma software di Dne consentirà a Targetti Sankey di supportare i processi di supply e manufacturing collaboration con fornitori e terzisti».
L'applicazione è stata realizzata in 18 mesi e ha coinvolto dieci persone, di cui quattro di Gruppo Formula. «Va considerato che, per non avere neppure una giornata di interruzione
- ha proseguito Guarini - abbiamo sezionato l'attivazione dei vari moduli. Questo ha comportato la realizzazione di qualche interfaccia in più fra vecchio e nuovo sistema, ma per noi la continuità del servizio è un fattore irrinunciabile».
Tra i risultati concreti che Targetti può annoverare in seguito all'implementazione del software rientrano una migliore circolazione delle informazioni e, sia nell'area amministrativa sia nella parte vendite, lapossibilità di differenti configurazioni che permettono di affrontare le personalizzazioni richieste.
«Sinceramente non abbiamo riscontrato alcun problema tecnico relativo all'applicazione - ha concluso Guarini -, le maggiori difficoltà si sono presentate nella formazione del personale. Proprio in questa parte del progetto si è evidenziato l'aspetto che ci aveva fatto optare per Formula come partner, vale a dire la disponibilità a supportarci. La professionalità dello staff dedicato alla formazione ha minimizzato i tempi di “rallentamento” dovuti all'introduzione dei nuovi programmi».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here