Il nuovo WebSphere, arma di Ibm contro WebLogic

Big Blue affila le armi nel mercato degli application server con una serie di annunci legati alla piattaforma WebSphere.

Ibm ha annunciato una serie di nuovi prodotti WebSphere mirati alle esigenze di integrazione delle applicazioni all'interno di sistemi complessi, sfruttando il suo ruolo di fornitore infrastrutturale per sferrare un attacco ai suoi concorrenti più prossimi, in particola Bea. Il responsabile marketing per i prodotti WebSphere, Scott Hebner, spiega che i nuovi prodotti supportano i solution provider nella trasformazione delle applicazioni esistenti in complesse infrastrutture di e-business, estendendo il concetto di server applicativo fino ad abbracciare un ambito molto più vasto, fatto di integrazione e transazioni tra applicazioni. Disponendo già di svariate soluzioni infrastrutturali come i server e i database, Ibm può così cercare di avvantaggiarsi rispetto ad aziende come Bea, specializzate unicamente nello sviluppo di middleware e dei relativi strumenti. Tra le novità presentate da Big Blue ci sono WebSphere Application Server Version 4.0 Enterprise Edition, WebSphere Edge Server e WebSphere Site Analyzer. Secondo l'istituto di ricerche di mercato Giga Information Group, dietro all'annuncio di Ibm non c'è solo una buona dose di marketing: secondo le ultime informazioni, il margine di vantaggio che Bea vanta su Ibm nel mercato degli application server scenderà dal 5% dello scorso anno al 2% nel 2001.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here