Il nuovo Iam di Oracle

Si rinnova il sistema integrato per la gestione di identità e accessi, con l’integrazione delle tecnologie acquisite lo scorso anno.

Flessibilità e completezza sono, secondo Oracle, i principali punti di forza della nuova suite Identity and Access Management, soluzione per la protezione globale di applicazioni, dati e sistemi aziendali, che coniuga tecnologie proprietarie e rilevate.


«Grazie all'acquisizione nel 2005 di Oblix, Thor e OctetString - ha spiegato Amit Jasuja, Vice president Development, Oracle Security & Identity Management - abbiamo perfezionato la nostra offerta, portando sul mercato un prodotto completo, in grado di operare in ambienti It eterogenei e di soddisfare i bisogni delle aziende, che utilizzano applicazioni di produttori diversi».


La suite si compone di cinque moduli, che possono essere combinati o implementati separatamente.


CoreId Access and Identity fornisce funzioni di single sign-on Web e di autenticazione basata su policy, permettendo l'amministrazione di password, gruppi e utenti e consentendo attività di self-service e reporting.


Xellerate Identity Provisioning regola automaticamente i privilegi di accesso degli utenti alle risorse It aziendali attraverso un motore workflow "state aware". CoreId Federation è lo strumento per gestire le informazioni sulle identità federate e per collegare in modo sicuro i business partner ai portali e alle reti extranet delle aziende.


Virtual Directory è in grado di richiamare e gestire le informazioni sulle identità aziendali provenienti da directory e database diversi: qualora si presentassero variazioni a livello di utenti, non è necessario apportare dispendiose modifiche su ciascun software.
Internet Directory, infine, è un repository Ldapv3 scalabile progettato per semplificare l'amministrazione degli utenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here