Il mercato dell’information technology è pronto per la ripresa

L’Idc Forum di Montecarlo è stato aperto dal direttore delle ricerche, John Gantz, con un invito al cauto ottimismo. Nel 2003 si dovrebbe recuperare una situazione di normalità, con una crescita paragonabile a quella del passato migliore, ma senza i fenomeni aggressivi che talvolta l’hanno caratteri

Ripresa in vista per il mercato mondiale dell'informatica, che dovrebbe tornare a crescere nel 2003. In occasione del forum europeo dell'information technology organizzato nel Principato di Monaco, il direttore delle ricerche Idc, John Gantz, ha dichiarato che a dispetto delle attuali difficoltà congiunturali, il fondo è stato raggiunto e già nel 2002 si dovrebbe registrare un modesto rialzo. Ma nel corso dell'anno prossimo, ha proseguito Gantz, «torneremo ai normali ritmi di crescita, senza la stessa aggressività del passato». Secondo le analisi Idc, nel peggiore dei casi la percentuale di crescita degli investimenti in teconologia in Europa non sarà inferiore al 4%. Gantz spiega il forte rallentamento di questo periodo con i normali cicli di questa industria, in cui le nuove tecnologie danno vita a nuovi paradigmi che a loro volta danno luogo a una bolla speculativa destinata prima o poi a scoppiare.

In seguito all'inevitabile rallentamento, ha ricordato Gantz, scatta il fenomeno dell'impiego a lungo termine delle nuove tecnologie, caratterizzato da innumerevoli innovazioni e da cambiamenti nelle precedenti quote di mercato.
Il futuro mercato dell'informatica assisterà a mutamenti architetturali a ogni livello, dai server ai sistemi di archiviazione fino alle infrastrutture di telecomunicazione e ai servizi. Gantz ha invitato le aziende del settore a non voltare le spalle ai loro clienti, ricordando che «il primo a guadagnare una quota della testa del cliente guadagnerà anche nuove quote di mercato». Gli utilizzatori di tecnologie, dal canto loro, faranno bene a stabilire accordi con gli integratori di sistema e a tagliare le spese affidando in outsourcing tutte le aree non strategiche. L'industria dell'outsourcing continuerà a evolversi in direzione dei servizi gestiti e dei modelli di “utility computing”.

Le forze che guideranno la prossima ripresa sono quelle di Internet, dell'integrazione dei processi aziendali, del mobile, della sicurezza e della globalizzazione. «Wireless e mobilità spingeranno l'intero settore nel corso dei prossimi dieci anni», ha pronosticato Gantz, affermando che il mercato dei dispositivi per reti locali wireless crescerà al ritmo del 22% annuo da qui al 2006. Già alla fine del 2003 nelle famiglie europee ci saranno 20 milioni di utenti di servizi a larga banda senza-fili e il numero di siti Web ad alto contenuto transattivo quintuplicherà fino a 10 milioni di siti nel 2006. Quanto alla sicurezza, da "funzione di secondo piano", puramente tattica, diventerà presto una «voce di investimento di importanza strategica».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here