Il mercato dei notebook secondo Idc

Stando a un recente studio condotto da Idc, per il terzo anno consecutivo, le vendite riportate nel comparto in questione, alla fine del 1°Q, risulterebbero superiori a quelle dei desktop, e prossime a contare per il 30% sull’intero comparto pc.

Il promettente mercato dei notebook mantiene le
promesse. O almeno così sembra. A confermarlo è la società di ricerca Idc
che, in un recente studio sottolinea come, per il terzo anno consecutivo,
alla fine del primo trimestre del nuovo anno fiscale, la percentuale di vendite
registrate nel comparto notebook abbia superato quella dei desktop. A
quanto pare, il +23,8% riportato in termini di crescita al termine del primo
quarter sarebbe da raffrontarsi con il +21,8% registrato nel quarto trimestre
dell'esercizio precedente, e con il +22,3% riportato alla fine dei primi tre mesi del 2001. Similmente, anche il numero di pc portatili venduti è pressoché raddoppiato, passando dai 3,6 milioni commercializzati nel 1998, agli attuali 7,2 milioni. E a ben guardare, entro i prossimi tre anni, la
crescita nelle vendite potrebbe superare quota +25% e andare ben oltre. È,
infatti, un parere diffuso quello che vede gli analisti di mercato e i vendor
concordi nell'affermare che, in un futuro nemmeno troppo prossimo, i portatili
conteranno per oltre la metà dell'intero comparto pc. Intanto, con il ritorno
all'investimento da parte delle corporate, la stessa Idc ha predetto che, entro
il 2005, la percentuale di pc portatili commercializzati dovrebbe crescere di circa il 25% e
superare, entro il 2006, quota 30%. Complici la diminuzione dei prezzi, e
l'implementazione di una sempre migliore tecnologia, in risposta alla crisi che
nel corso del 2001 ha colpito il mercato di riferimento, anche il segmento
consumer ha contribuito in maniera esponenziale ai risultati registrati nel
comparto in questione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome