Il medio termine della Metro Interface

Dopo anni di ritorni a breve termine, uno degli attuali progetti di Microsoft sembra essere stato pensato per un respiro più ampio, su più piattaforme e fortemente modulare. L’idea sembra ripetibile in altri ambiti.

Uno degli elementi essenziali del 2013 sarà senz'altro Windows 8. Oltre che dal denaro investito nel prodotto e nel suo marketing, il successo delle sue versioni dipenderà anche dall'andamento nei vari segmenti.

Della lenta adozione in azienda e delle versioni as a service di Otto abbiamo riferito in altri recenti articoli.

Sembra più interessante vedere le direzioni delle nuove piattaforme più consumer, anche in chiave Byod (bring your own device) e Cope (corporate owned, personally enabled).

Il mercato degli smart connected device, secondo Idc nel report di GsmArena, dovrebbe portare alla vendita di 1,2 miliardi di pezzi nel 2012.
La parte del leone la fanno gli smartphone, ma i tablet supereranno i desktop già nel 2013, un mercato al quale guardare con attenzione.

Altri dati disponibili sull'andamento di Surface aprono uno spiraglio nelle quote di mercato e una porta sui margini. Secondo Chitika, nel periodo 12-18 novembre e nell'area Usa/Canada i device Surface hanno generando circa lo 0,13% del traffico totale di tutti i tablet.
Il numero grezzo è impressionante e inferendo una proporzione diretta tra traffico e quote di mercato ci sarebbe di che preoccuparsi.
In realtà le cose non stanno così.
Andando a vedere i numeri, il Nexus 7 di Google ha infatti generato lo 0,91% del traffico di tutti i tablet, quindi Surface ha il 14% del traffico dei Nexus 7.

Il dato è comunque fortemente a favore di Google, ma in realtà, come fa notare Adrian Kingsley-Hughes di ZdNet, alcune indicazioni (minor tempo in commercio, device di prezzo sensibilmente diverso e indisponibilità della versione definitiva di Otto) sembrerebbe lasciare spazio per un recupero interessante.

Formidabile Metro

Certamente la Metro Interface ha aggiunto alcune cose interessanti ai derivati dei sistemi desktop, soprattutto nella gestione dei social e dei file.

Negli smartphone lo spazio detenuto da Nokia e Rim, ma anche Android, sarà a vario titolo terra di conquista anche e soprattutto per Microsoft. Il lancio dell'iPhone 5 è atteso a metà 2013 e il tempo per spingere i programmatori nella direzione di Otto cè ancora.

Grazie anche ad alcuni lanci ed acquisizioni, da Skype a SkyDrive, e sempre considerando una vera innovazione come il Kinect, l'attuale offerta di Microsoft è piuttosto articolata.
La questione si sposta proprio sull'interfaccia.

La Metro Interface sta via via entrando su altri prodotti, principalmente la nuova XBox: appena arrivata sulla attuale console 360, è ovviamente annunciata per la versione 720 (attesa forse a metà 2014).
Tra due anni, i tablet Microsoft potrebbero avere un lancio implicito piuttosto forte.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here