Il «mago» di Basilea 2

MicroArea rilascia un modulo di analisi di bilancio per il proprio gestionale Mago.Net.

Basilea 2, l'accordo internazionale sui requisiti
patrimoniali delle banche, a causa del rinvio deciso nei giorni scorsi entrerà
in vigore nel 2008 e non più nel gennaio 2007. Nonostante questo le banche inizieranno lo stesso a testare in anticipo la procedura che verifica lo stato finanziario delle imprese (altrimenti detto rating) che è un parametro determinante per stabilire le condizioni di accesso al credito da parte delle aziende.

Allo scopo, per le Pmi Microarea mette a disposizione il nuovo modulo “Analisi di bilancio” dell'Erp Mago.Net.

Il modulo della società genovese consente di eseguire sia l'analisi finanziaria sia quella economica: la prima tramite il calcolo delle variazioni patrimoniali e la compilazione del rendiconto finanziario, la seconda esaminando la composizione del Roe (redditività rispetto al capitale netto). I risultati sono visualizzati con report corredati da indici, commenti e grafici.

L'esportazione automatica dei dati di bilancio aziendali avviene tramite il modulo “Magic Documents” per Mago.Net, che collega dinamicamente il foglio in Excel con il database aziendale, consentendo di importare i saldi degli ultimi tre esercizi a partire da un esercizio di riferimento.

I dati inseriti confluiscono su schemi di riclassificazione personalizzabili, che in caso di “attività”, valutano la realizzabilità dei singoli investimenti, mentre per ciò che concerne la “passività” utilizzano il criterio della durata dei finanziamenti provenienti dalle singole fonti (interne o esterne). Il conto economico, infine, è riclassificato in funzione dell'analisi reddituale, secondo lo schema della "produzione effettuata e del valore aggiunto".

Il modulo consente anche di personalizzare la logica di
calcolo del rating, modificando la scelta degli indici da considerare e il loro
peso, in modo adattare il modello alle specifiche esigenze di ciascun istituto
di credito.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome