Il gestionale nel blasone vinicolo

Una soluzione Led Engineers per i vini palermitani

Maggio, 2003
La famiglia dei Conti Tasca d'Almerita è titolare di un'azienda
vinicola nella provincia di Palermo, in un'antica masseria che domina
350 ettari di terreni coltivati a vite. Accanto alle presse, alle botti,
alle vasche e alla moderna linea di imbottigliamento ci sono anche pc
e server, per garantire una migliore efficienza aziendale e per organizzare
un sistema di distribuzione indispensabile alla gestione di circa tre
milioni di bottiglie all'anno, con un'esportazione pari al 40 per cento
del totale in 46 Paesi del mondo.
«Per anni la conduzione dell'azienda, nonostante le sue dimensioni
e il suo recente sviluppo, è stata gestita con una struttura di
tipo familiare. Poi la nuova generazione della famiglia ha deciso di dotarsi
di strumenti tecnologici adeguati per il controllo di gestione e le procedure
amministrative, e così quattro anni fa sono entrato in azienda
proprio con questo compito»
spiega Fabio Tornatore, responsabile
dell'amministrazione e dell'informatizzazione.

Il primo obiettivo era quello di trovare un partner idoneo, che potesse
offrire un sistema integrato e in grado di limitare le duplicazioni nell'inserimento
dei dati, in modo da realizzare un archivio unico e centralizzato. La
scelta è caduta su LookOut, una suite per il controllo di gestione
sviluppata da Led Engineers, Microsoft Certified Partner di Palermo.
Il primo passo è stato quello della gestione del magazzino, dei
registri e della vendemmia. Si è passati poi al laboratorio e alla
gestione del personale, «un elemento critico, dal momento che
si passa da una trentina di dipendenti fissi a punte di centotrenta persone
con contratti a tempo determinato: un tempo se ne occupava una persona
dalle otto di mattina a mezzanotte, adesso è tutto automatico,
dal computo delle ore e delle giornate sino all'invio dei rendiconti all'Inail
e all'Inps»
.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here