Il fisco comunica con i contribuenti via email e SMS

A partire dal 3 febbraio, gli utenti del canale telematico dell’Agenzia delle Entrate Civis, che permette di ottenere assistenza sulle comunicazioni di irregolarità, sugli avvisi telematici e sulle cartelle di pagamento, possono chiedere di ricevere gratuitamente, via email o via SMS, l’avviso di conclusione delle istanze presentate.

Alla chiusura della pratica, l’Agenzia delle Entrate invia la comunicazione all’indirizzo di posta elettronica e/o al numero telefonico scelto dall’utente. Il messaggio fornisce il protocollo rilasciato a seguito della presentazione dell’istanza: l’utente può, quindi, accedere alla sezione Civis dedicata alla consultazione e conoscere l’esito della sua richiesta.

Il canale telematico dell’Agenzia, nato inizialmente per gli intermediari ed esteso successivamente a tutti i contribuenti abilitati a Fisconline, consente di chiedere chiarimenti sulle comunicazioni di irregolarità, sugli avvisi telematici e sulle cartelle di pagamento (articoli 36-bis del Dpr 600/1973 e 54-bis del Dpr 633/1972) e di ricevere in tempi rapidi una risposta dal Fisco.

Basta accedere a Fisconline, compilare l’apposito formulario con i dati necessari (numero dell’avviso telematico o della comunicazione di irregolarità, codice fiscale del contribuente, motivo della richiesta di assistenza e altre informazioni utili, dati per il contatto da parte dell’ufficio dell’Agenzia) e inviare la richiesta di assistenza. Civis, inoltre, può essere utilizzato anche per la presentazione dei documenti richiesti a seguito di controllo formale della dichiarazione dei redditi (articolo 36-ter del Dpr 600/1973).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here