Il downsizing di Cedacri

Racconto di una migrazione delle statistiche da mainframe su server.

Cedacri ha migrato da mainframe a server per ottimizzare la produzione di statistiche e l'impiego di risorse.

L'azienda di Collecchio l'ha fatto in tre mesi. In anticipo (di quattro) rispetto ai sette mesi inizialmente stimati per il downsizing del Sistema Statistico Cedacri (Ssc).

Con questa operazione l'azienda emiliana di servizi informatici per le banche, ha inteso perfezionare la produzione, l'elaborazione e l'analisi delle statistiche derivanti da oltre 40 milioni di transazioni effettuate quotidianamente dai propri clienti, per un totale di 500 milioni al mese.

Nato con l'obiettivo di gestire l'accounting per la fatturazione delle transazioni generate dalle operazioni di sportello, oggi l'Ssc raccoglie e analizza moli di dati per produrre statistiche più funzionali per banche, società finanziarie e concessionarie esattoriali clienti di Cedacri.

Tra le statistiche prodotte ci sono anche il rilevamento dell'indice di efficienza, ossia il rapporto tra le transazioni effettuate e il numero di risorse impiegate dai singoli istituti, l'analisi degli Sla (Service Level Agreement), ovvero dell'andamento dei livelli di servizio su base giornaliera, con intervalli di 10 minuti, e la valutazione del dettaglio delle singole operazioni e transazioni effettuate dagli utenti finali nell'arco di un'intera giornata.

L'operazione di downsizing ha comportato la migrazione di oltre 12mila tabelle da mainframe a nuovi pc sotto Windows, l'aggiornamento delle soluzioni software utilizzate per eseguire le applicazioni statistiche, la riduzione dei tempi di download dei dati, con frequenza attuale di 6-8 minuti, e dei tempi di elaborazione, passati dalle 20 ore su host alle 9 ore giornaliere su pc.

Cedacri fa sapere che il downsizing ha permesso di recuperare in 5 giorni le 48 ore di ritardo accumulate durante il trasferimento da host a server e di eliminare la problematica dei ritardi, prima recuperati nei fine settimana.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here