Il disco ibrido di Samsung in mostra al WinHEC

Memoria flash e disco fisso a testina, integrati in un unico dispositivo. Che promette maggiore velocità e minor consumo energetico. La commercializzazione in volumi prevista nel 2007

In occasione del WinHec (Windows Hardware Engineering Conference), Samsung presenterà
il prototipo del cosiddetto HHD (Hybrid Hard Disk,
disco fisso ibrido).

Si tratta di un hard drive che integra al suo interno una memoria flash
di tipo NAND (da 128 o 256 MB di capacità)
e un disco fisso
classico a testina e tecnologia magnetica.

La memoria flash funziona da buffer, una sorta di cache che
memorizza i dati e che solo quando arriva al limite di capacità li trasferisce
su disco fisso.

Con questa tecnologia, il disco non si mantiene in costante funzionamento con
evidenti benefici in termini di consumo energetico (si pensi
ai portatili). Secondo quanto comunicato da Samsung la testina è in funzione
qualche secondo ogni 10-20 minuti e l’autonomia della batteria è
superiore dell’8-10 per cento a seconda del modello di computer. Non solo,
l’HHD dovrebbe risparmiare da 8 a 25 secondi sul tempo di avvio del PC.

L’HHD dovrebbe portare benefici anche in termini di prestazioni,
considerando che l’accesso alla memoria flash è più veloce
rispetto al disco fisso. Resta da vedere se la capacità della cache (solo
128 o 256 MB) sia sufficiente per non dover continuamente trasferire dati dalla
flash memory al disco.

I primi sample di questo disco ibrido saranno disponibili in estate, mentre
la produzione in quantità è prevista per gennaio 2007 in occasione
del rilascio di Windows Vista.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here