Il controllo del traffico per reti ad alta velocita

Al Networld+Interop, in corso di svolgimento a Las Vegas, di scena reti d’impresa più intelligenti. Poniamo l’accento in particolare su tre annunci a opera rispettivamente di Cisco, Cabletron e Lucent. Le prime due hanno portato presso il loro s …

Al Networld+Interop, in corso di svolgimento a Las Vegas, di scena reti
d'impresa più intelligenti.
Poniamo l'accento in particolare su tre annunci a opera rispettivamente di
Cisco, Cabletron e Lucent. Le prime due hanno portato presso il loro stand
le ultime novità in fatto di controllo del traffico, mentre l'ex braccio
tecnologico di At&T ha presentato quello che ha definito come il primo
passo verso l'Ethernet a 10 Gbps.
Gli sforzi di Cisco e Cabletron sono orientati a soddisfare i bisogni
generati dalle applicazioni mission critical. Si rivolgono, in altre
parole, agli utenti preoccupati più delle prestazioni percepite a livello
di sistema Erp, per esempio, che non degli investimenti necessari per
aumentare la velocità della rete. Di fatto, è l'opinione di alcuni anali
sti
espressa alla manifestazione statunitense, le imprese che implementano la
Gigabit Ethernet sono ancora poche e, per quanto riguarda il controllo del
traffico, gli standard sono ancora in via di definizione, ma la domanda di
reti intelligenti è destinata a crescere rapidamente in pochi anni.
Ma veniamo più in dettaglio agli annunci. Cisco, per cominciare, mostrer
à
oggi o domani dei nuovi moduli di supervisione per la serie di switch
Catalyst 5000, che consentiranno non solo la commutazione di pacchetti Ip e
Ipx, ma anche il multicast Ip e il controllo application awareness di
livello 4. Più precisamente, utilizzando le informazioni di livello 4 (con
riferimento alla pila Osi), i Catalyst 5000 aggiornati saranno in grado di
assegnare differenti priorità alle varie applicazioni. Sarà supportato i
l
routing anche di altri protocolli, ma solo via software. Di fatto i moduli
Catalyst Supervisor I e II G introducono sulla serie 5000 le capacità gi
à
sviluppate in precedenza per gli switch delle serie 6000 e 8500.
Cabletron, da parte propria, illustrerà l'iniziativa SmartNetworking, che
esalta le caratteristiche della piattaforma di gestione Spectrum,
combinandole con arricchimenti hardware che consentono l'ottimizzazione
delle prestazioni delle applicazioni attraverso la rete. A questo
proposito, la società statunitense ha sviluppato nuovo firmware per gli
SmartSwitch serie 2000, 6000 e 9000. Operando a livello 4, anche questo è
in grado di assegnare priorità alle applicazioni, garantendo la
distribuzione di voce e video e realizzando liste di controllo degli
accessi a livello di porta.
Lucent, tra le molte novità, ha portato nel proprio stand un prodotto
sperimentale. Si tratta di un multiplexer Ethernet, che, a detta dei
tecnici della società statunitense rende possibile estendere la banda di
una rete Ethernet fino a 10 Gbps. Senza la necessità di uno standard da 10
Gbps, quale quello attualmente allo studio presso l'Ieee. Chiamato
GigaChannel, il multiplexer progettato da Lucent permette di gestire fino a
8 stream GigaEthernet su una singola fibra ottica.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here