Il componente chiave di Microsoft SmartWeb si chiama Dragonfly

Sulla scia di .Net gli ingegneri Microsoft stanno sviluppando una piattaforma di servizi per applicazioni SmartWeb basata su Web, che potrà essere utilizzata ed estesa dagli altri servizi bCentral. Un componente chiave della futura piattaforma S …

Sulla scia di .Net gli ingegneri Microsoft stanno sviluppando una
piattaforma di servizi per applicazioni SmartWeb basata su Web, che
potrà essere utilizzata ed estesa dagli altri servizi bCentral. Un
componente chiave della futura piattaforma SmartWeb di Microsoft è
costituito dal motore dal nome in codice Dragonfly, che consentirà di
effettuare le personalizzazioni dei servizi e il
filtraggio/aggregazione dei contenuti anche da parte di chi non
sviluppa. Dragonfly permetterà, quindi, agli Isv e alle società che
creano servizi Web, di modificarli o personalizzarli per l'utilizzo
dell'insieme di Api fornite da un particolare service provider. Il
componente consentirà anche ai fornitori di soluzioni, agli Isv e
agli utenti d'integrare le personalizzazioni o le capacità di filtro
all'interno dei propri servizi Web. Il motore delle regole e la
piattaforma SmartWeb costituiscono il cuore della promessa .Net di
Microsoft, di rendere possibile a tutti gli utenti, ai fornitori di
soluzioni e agli Isv, la programmazione del Web. Alcune fonti vicine
al progetto di Dragonfly hanno lasciato trapelare che il prodotto è
parte integrante dell'obiettivo di Microsoft per rendere bCentral il
maggiore centro di servizio Web per tutte le aziende, gli Isv e i
partner di canale. Come normalmente avviene in simili casi, i
dirigenti Microsoft si sono rifiutati di commentare le indiscrezioni
trapelate.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here