Home Cloud Il cloud spinge la crescita di Oracle. Alessandro Ippolito nuovo country manager

Il cloud spinge la crescita di Oracle. Alessandro Ippolito nuovo country manager

Oracle ha annunciato i risultati finanziari del quarto trimestre fiscale 2020-2021 chiuso a maggio 2021.

I ricavi trimestrali totali sono aumentati dell’8% su base annua, a 11,2 miliardi di dollari.

I ricavi dei servizi cloud e del supporto alle licenze sono aumentati del +8% a 7,4 miliardi di dollari. I ricavi delle licenze cloud e on-premise sono aumentati del +9% a 2,1 miliardi di dollari.

L’utile operativo GAAP di trimestre è aumentato del +5% a 4,5 miliardi di dollari e il margine operativo GAAP è stato del 40%.

L’utile netto GAAP è aumentato del +29% a 4 miliardi di dollari e gli utili GAAP per azione sono aumentati del +39% a 1,37 dollari.

I ricavi differiti a breve termine sono aumentati del +10% anno su anno, a 8,8 miliardi di dollari.

Il flusso di cassa operativo è aumentato del +21% a un valore record di 15,9 miliardi di dollari negli ultimi dodici mesi.

I ricavi delle applicazioni cloud sono stati in decisa crescita nel quarto trimestre (Fusion ERP +46%, Fusion HCM +35%, NetSuite ERP +26%) mentre quelli  dell’infrastruttura cloud Oracle di seconda generazione (OCI, Oracle Cloud Infrastructure “Gen2 Cloud”) e dell’Autonomous Database sono cresciuti di oltre il +100%.

L’anno di Oracle

Le entrate totali dell’anno fiscale 2021 sono aumentate del +4% rispetto all’anno precedente a 40,5 miliardi di dollari.

I ricavi dei servizi cloud e del supporto alle licenze sono aumentati del +5% a 28,7 miliardi di dollari, mentre i ricavi delle licenze cloud e on-premise sono aumentati del +5% a 5,4 miliardi di dollari.

L’utile operativo GAAP dell’anno fiscale 2021 è aumentato del +9% a 15,2 miliardi di dollari e il margine operativo GAAP è stato del 38%.

L’utile netto GAAP è aumentato del +36% a 13,7 miliardi di dollari. Gli utili GAAP per azione sono aumentati del +48% a 4,55 dollari, mentre quelli non-GAAP sono aumentati del +21% a 4,67 dollari.

Alessandro Ippolito, nuovo country manager Oracle Italia

Oracle in Italia: Ippolito succede a Spoletini

Il commento dell’andamento del business di Oracle in Italia spetta a Fabio Spoletini, a cui con il nuovo anno fiscale iniziato il primo giugno 2021 succede come Country Manager Alessandro Ippolito (già VP Technology), e che ora è diventato SVP Cloud e Managing Director Sud-EMEA e Responsabile Large Deals per tutta l’area EMEA.

Per Spoletini “l’accelerazione del digitale nel nostro Paese ci ha aiutato nel nostro business, visto che è basato sull’innovazione data-driven da un lato e sul cloud dall’altro. Cloud che oggi ci vede più che mai protagonisti anche in Italia, a poche settimane dall’apertura della nuova cloud region italiana, a Milano”.

Spoletini ha rilevato notevole vitalità nei settori della PA centrale e locale e in quello bancario e finanziario, “e specie nell’ultimo periodo abbiamo registrato l’avvicinamento di tante aziende, non solo grandi ma anche Pmi, al nostro cloud infrastrutturale e applicativo come strumento di trasformazione per diventare più agili e pronte alla ripresa, con processi più efficienti e resilienti e un livello superiore di sicurezza. Settori come automotive e transportation, food&beverage, utility, e persino l’edilizia e il turismo”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php