Il caso Microsoft va alla Corte d’Appello

Nel lungo braccio di ferro con il Dipartimento di giustizia Usa sulle accuse di monopolio, Microsoft ha messo a segno un round a proprio favore, poiché i giudici della Corte Suprema hanno rimandato la causa all’"inferiore" Corte d’Appe …

Nel lungo braccio di ferro con il Dipartimento di giustizia Usa sulle
accuse di monopolio, Microsoft ha messo a segno un round a proprio
favore, poiché i giudici della Corte Suprema hanno rimandato la causa
all'"inferiore" Corte d'Appello, di fatto allungando l'iter del
processo. Solo uno dei nove giudici ha votato a favore dell'istanza
di esame immediato del caso. IL Doj aveva tentato di saltare un grado
di giudizio, appellandosi al fatto che si tratta di un procedimento
di interesse nazionale. L'allungamento del processo è una delle armi
individuate da Microsoft per impedire la divisione in due ordinata in
prima istanza dal giudice Thomas Penfield Jackson.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome