Il business in tempo reale chiede di usare più virtualizzazione

Unisys ha pronta un’offerta che estende i benefici della smaterializzazione tecnologica all’intera infrastruttura It

Unisys sta proseguendo nell'attuazione della propria strategia varata lo scorso febbraio e amplia la gamma di soluzioni per la gestione delle infrastrutture real-time, ossia quelle in cui le esigenze di business guidano direttamente lo sviluppo dell'It.

L'ampliamento attuale dell'offerta prevede il potenziamento della propria Infrastructure Management Suite e nuove soluzioni pacchettizzate per la virtualizzazione di desktop, sistemi di comunicazione e storage, oltre a servizi per semplificarne l'adozione nell'ambito dell'infrastruttura in tempo reale e un nuovo server in grado di arricchire le opzioni di enterprise computing a disposizione dei client.

Obiettivo delle nuove soluzioni e servizi è consentire alle organizzazioni It di implementare liberamente infrastrutture semplificate e di gestirle con più facilità. Dopo aver annunciato a inizio anno la propria Infrastructure Management Suite (Ims), che consente di ridurre fino a due terzi il numero di server necessari nel data center abbattendo i consumi energetici e le esigenze di raffreddamento, Unisys ha ora deciso di estendere i benefici della virtualizzazione ai desktop, alle mailbox e allo storage.

La Consolidated Desktop Solution (Cds), consolida, virtualizza e ospita infrastrutture desktop su sistemi storage e server centralizzati, per far fronte al problema dell'ascesa dei costi e della complessità legata alla gestione di ambienti desktop Windows. Alcuni studi realizzati da Unisys dicono che la soluzione sia in grado di ridurre il Tco totale degli ambienti desktop di oltre il 30% rispetto alle tradizionali implementazioni pc.

La Consolidated Solution for Microsoft Exchange Server 2007 punta a garantire una densità maggiore di mailbox per ciascun server e si può implementare sia su server Unisys che su altre macchine di tipo enterprise. Gli ambienti e-mail distribuiti e sottoutilizzati sono sempre più all'ordine del giorno nelle grandi aziende: sfruttando una serie di tecnologie di consolidamento, la soluzione Unisys punta al miglioramento dell'utilizzo di questi sistemi favorendo una migliore gestibilità, un consumo ridotto di elettricità e, di conseguenza, anche un abbassamento dei costi operativi.

Le Storage Virtualization Solutions nascono per aiutare le aziende a ridurre i costi legati alla manutenzione di più sistemi storage collegati ad ambienti server organizzati in silos, per non dover pagare la capacità inattiva e le spese più elevate in termini di consumo elettrico e proprietà, aumentando l'efficienza delle risorse storage, la disponibilità delle informazioni e l'utilizzo dei supporti storage già esistenti. In base alle soluzioni sarà quindi possibile allocare lo storage a qualsiasi applicazione in maniera dinamica e relativamente alle necessità, grazie ad un sistema storage centralizzato gestito attraverso un'unica interfaccia verso tutti gli array e un numero ridotto di storage array accessibili come risorse virtuali dai componenti di un'infrastruttura real-time estesa a livello enterprise.

Il nuovo server Es7000 Model 7405R, infine, è pensato per la virtualizzazione e l'efficienza energetica. Integrando fino a otto processori Quad-Core Amd Opteron, un unico server 7405R è in grado di implementare un'intera suite di applicazioni virtualizzate. Il sistema si basa sulla tecnologia Rapid Virtualization Indexing, che migliora la gestione della memoria nelle macchine virtuali, ottimizza le performance, fornisce funzioni avanzate di efficienza energetica per minimizzare gli sprechi di corrente e capacità di raffreddamento migliorate per un minore consumo di energia oltre a una riduzione dei costi operativi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here