Il B2B aiuta a gestire gli ordini worldwide

Mascioni, la principale azienda italiana nell’ambito della nobilitazione dei tessuti, ha messo a punto un servizio Web per ottimizzare i processi di business e la relazione con i clienti. Un progetto orientato al mercato italiano e a quelli di diversa lingua e fuso orario

Mascioni, società con sede e
stabilimento a Cuvio, in provincia di Varese (con un fatturato di 63
milioni di euro e oltre 400
dipendenti), opera nell'ambito
della nobilitazione del tessile,
ovvero nel complesso di operazioni
che vengono eseguite sui tessuti
greggi (quali candeggio, tintura,
stampa e finissaggio) allo scopo di
renderli pronti per il taglio e la
confezione. La capacità di
Mascioni di lavorare tessuti di
cotone, lino, misti e anche sintetici
fino a un'altezza massima di 320
cm, le ha permesso di conquistare
una posizione di primissimo piano
nei settori della biancheria per la
casa e dell'arredamento, oltre che
in quelli dell'abbigliamento e dei
tessuti tecnici.
La produzione comprende un migliaio
di articoli di base per la
realizzazione personalizzata di
tessuti nobilitati di alta qualità,
in conto terzi. La società opera in tutto il mondo
e si è, pertanto, trovata nella
necessità di ottimizzare il
servizio verso i propri clienti sia
italiani sia esteri per garantire,
24 ore su 24, il servizio di
acquisizione ordini, validazione
dei dati d'ordine e controllo di
avanzamento degli stessi. Tutto ciò
offrendo, nel contempo, una
visibilità completa del proprio
business, che comprendesse i tessuti
stoccati e gli impianti (quadri e
cilindri) di stampa.
Per queste ragioni la società ha
avviato la realizzazione di una
rocedura multilingua
business-to-business integrata con l'Erp
esistente, per facilitare
l'immissione degli ordini e controllare lo
stato di avanzamento.
Il nuovo sistema, chiamato
Mascioni on your desk, tramite un accesso
al sito aziendale protetto da
password, permette a ogni cliente di
immettere direttamente i propri
ordini di produzione, controllare le
giacenze dei tessuti che detiene in
conto lavorazione nello
stabilimento di Cuvio, visualizzare
i propri disegni per la stampa o
monitorare il portafoglio ordini e
le consegne delle produzioni.
L'accesso al sistema richiede
solamente l'utilizzo di un browser standard.
«Per la clientela che
utilizzerà questo sistema
- ha commentato
Alberto Mascioni, presidente e
amministratore delegato della società
- i tempi di consegna potranno
essere ridotti fino al 30%, grazie al
fatto che verranno eliminati tutti
i supporti cartacei e il relativo
tempo per lo smistamento degli
stessi, sia da parte del cliente che
da parte della nostra
organizzazione. In aggiunta, tramite specifiche
parole chiavi e filtri, per ogni
cliente sarà possibile navigare in
modo semplice e veloce nel data
warehouse della nostra azienda e
avere in tempo reale lo status
delle consegne, dei propri magazzini
di tessuti e disegni o
ricercare varianti di stampa prodotte
».

I tempi di sviluppo e
realizzazione del progetto sono stati molto rapidi.
La realizzazione del prototipo ha
richiesto tre giorni e il progetto
è stato sviluppato nelle sue
funzioni fondamentali (con funzioni
grafiche e multilinguistiche) in
quattro mesi; lo sviluppo
dell'intero progetto ha richiesto
un tempo di sei mesi uomo.
Precedentemente all'implementazione
di questa soluzione, le
informazioni venivano gestite
telefonicamente dal personale del
customer service e attraverso
l'amministrazione vendite e gestione
doganale tessuti. Si trattava di un compito che
occupava in totale dieci addetti che, a
rotazione, fornivano il servizio
fino alle ore 20 (in riferimento
all'ora contientale europea).
Grazie a questo nuovo servizio, quindi,
Mascioni ha ottenuto una
significativa riduzione dei costi delle
attività di acquisizione ordini e
del personale, con la possibilità
di eliminare i turni serali degli
addetti dell'ufficio ordini. La
soluzione adottata ha, inoltre,
garantito ulteriormente la sicurezza
di acquisizione dell'ordine da
parte del cliente, con l'uso di
un'interfaccia interattiva in
lingua. Si è ottenuta un'estensione
alle 24 ore del servizio ordini
clienti e il controllo
sull'avanzamento delle attività
che, oltre a facilitare gli utenti
d'Oltreoceano penalizzati dal fuso
orario, ha contribuito ad
accrescere l'immagine dell'azienda.
Questo progetto, infine, ha
portato uno snellimento del
traffico telefonico associatoalla
richiesta di informazioni da parte
dei clienti.
I
vantaggi per l'utente si sono concretizzati in un processo di
interazione diretta e
disintermediata con il sistema Erp del
fornitore, in una riduzione dei
costi di trasmissione e gestione
dell'ordine e nella possibilità di
ricerca e interrogazione dei
documenti di spedizione e
fatturazione: tutto ciò potendo utilizzare
la propria lingua nella gestione
del processo. 

Una soluzione basata su
Ibm iSeries e Lansa for the Web

Per la realizzazione di questa
soluzione è stata scelta la soluzione
software Lansa for the Web in
congiunzione con Ibm iSeries,
coniugando l'affidabilità e la
facilità d'uso dell'ambiente Lansa,
con la robustezza e la
disponibilità del server Ibm.
Lo strumento Lansa utilizza un
linguaggo di quarta generazione (4gl)
che permette il supporto degli
standard Html, Java, Xml o Wml. Lansa
for the Web permette di costruire
applicazioni sicure

Internet, intranet e Wireless per
gli ambienti iSeries e Windows
Nt/2000 estendendo in modo intuitivo
le applicazini esistenti Rpg o
Cobol su iSeries, verso il Web e i
dispositivi wireless.
Il suo utilizzo per la
soluzione Mascioni ha permesso di ottenere una
rapida riconversione di
programmatori Rpg verso lo sviluppo sul Web,
con una curva di apprendimento di
circa 10 giorni. Inoltre è stato
possibile il riutilizzo di oggetti
software già sviluppati
all'interno dell'Erp per
l'elaborazione transazionale Web, con
un'immediata scalabilità della
soluzione sviluppata da uno a più
server. Lansa permette, infatti, la
compilazione nativa Rpg ma senza
richiedere la crittura e il
mantenimento Rpg; anche le operazioni di
debugging vengono effettuate a
livello Lansa 4gl.
Altri aspetti tenuti in
considerazione sono stati la totale
indipendenza dalle tecnologie
specifiche della programmazione
transazionale Web e quella di
assicurare un minimo onere per
l'utilizzo con la stessa
applicazione generata di nuovi dispositivi
(per esempio palmari o strumenti
Wap).

Per la parte
hardware si è scelto di affidarsi alla piattaforma Ibm
iSeries, che era già presente in
azienda utilizzando Websphere
Application Server. iSeries opera
come Http server, application
server e Db server.     

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here