Il 2007 potrebbe essere una festa di incassi

Nei budget dei Cio si fa spazio alla Bi ai nuovi Erp e Soa e alla voce Sicurezza Anche se Gartner ritocca al ribasso la crescita degli investimenti in Ict che potrebbe assestarsi al di sotto del 3%

Business intelligence, Erp, Sicurezza e Soa. I Cio di quasi metà mondo hanno inserito queste voci nella spesa di quest'anno. E quelli italiani non dovrebbero essere da meno. Nella lista dei desiderata compaiono gli aggiornamenti agli Erp e ai sistemi di Crm, ma anche il rafforzamento dei sistemi di sicurezza (lo farà come prima operazione, il 21% degli intervistati da Forrester Research a cui si deve una ricerca su scala mondiale) e le integrazioni di middleware a scopo Soa (prima scelta per il 12% dei decisori d'acquisto). Altro dato interessante sottolineato dagli analisti è che la Business intelligence entra per la prima volta nelle intenzioni di spesa del 13% degli intervistati.
Un piccolo neo in fatto di budget lo preannuncia, però, Gartner che negli ultimi giorni dello scorso anno ha ritoccato le proprie previsioni che parlavano di una crescita al 6%. Pare, invece, che per questo 2007 l'incremento della spesa It si possa attestare solo a un + 2,8% .
Il perché, sostiene Gartner, è da ricercare nel corso del 2006 quando le aziende hanno visto crescere in modo significativo le spese destinate al supporto delle attività legate al loro core business. Si parla di energia elettrica, di spese necessarie all'adeguamento alle normative vigenti e di una serie di altre voci non discrezionali che hanno finito per consumare risorse prima destinate a investimenti di tipo strategico.

Ma se investono…
Se, però, investono, le aziende pensano al nuovo e sull'argomento Software as a service (vedi anche l'inchiesta a pagina 41) i dati raccolti da Forrester consentono di dire che le grandi imprese, dopo un 2006 passato a studiare la situazione, stanno partendo con progetti di adozione. E sempre in tema di nuova progettualità, viene rilevato il fatto che il budget destinato alle nuove iniziative godrà di un aumento del 10%, percentuale sottratta alle spese di ordinaria manutenzione.
Tradotto, ciò potrebbe significare che i sistemi in stato di obsolescenza saranno lasciati al loro destino e saranno convogliate maggiori risorse alla creazione di infrastrutture nuove.

E la Pmi?
In un rapporto separato, poi, Forrester ha vagliato anche le intenzioni dei decision maker del segmento small and medium business (ma le interviste si riferiscono a un campione americano). Ne è emerso che le medie imprese d'Oltreoceano per il 43% saranno indaffarate a migliorare le strutture esistenti (con aggiornamenti), ma anche che il 10% si sta indirizzando a progetti soft-ware in grado di supportare processi verticali.
In tutto questo va tenuto presente che, mediamente, un terzo del loro budget se ne va in nuove licenze software, mentre le operazioni di mantenimento assorbono il 27% del budget e quelle di sviluppo di nuovo codice il 22 per cento. In pratica, solo un quinto della quota stanziata annuale di una media impresa nordamericana è disponibile per apparecchiature infrastrutturali.

Mai sottovalutare
Nel frattempo, ancora Gartner, ha allertato gli addetti ai lavori sui dieci punti chiave che potrebbero condizionare il mercato Ict da qui a qualche anno. A cominciare da un quadro d'insieme in grande trasformazione per il mondo degli outsoucer che entro il 2009 dovrà fare i conti con entrate “meno pesanti”.
Restringimento anche per l'area dei consulenti (a tal proposito sarà sviluppata un'inchiesta sul prossimo numero di Computer Dealer&Var, che stanno vivendo un periodo di sopravvivenza rispetto alla situazione mondiale di mercato. Andrà, invece, sempre più di moda il bilancio a responsabilità sociale così come ci si aspetta un picco dei blog proprio nel 2007.
Forti danni di tipo finanziario si prevedono a causa dei prossimi malware, mentre è interessante notare come Gartner giudichi Windows Vista essere l'ultima major release di Windows.
Il futuro dovrebbe essere appannaggio di sistemi operativi modulari con aggiornamento incrementale. Uno degli ultimi punti del decalogo (vedi box a pag. 18) riguarda, invece, i data center, dove si prevedono problemi di alimentazione. Una soluzione potrebbe essere l'energia alternativa.

Dove l'It non piangerà
Per l'industria dei media, Gartner parla di un incremento della spesa nell'ordine del 7%, laddove dal 2005 al 2006 si era registrato un +4 per cento.
Retail, Viaggi, Chimico-farmaceutico, Sanitario sono i settori che registreranno le crescite più significative, con incrementi compresi tra il 5 e il 6 per cento.
Forte, invece, il calo nelle aziende dell'area prodotti consumer: si parla di un -6%, laddove lo scorso anno era stato registrato un incremento dell'8 per cento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here