Il 2006 di Lexmark: gamme più ampie e minori costi di stampa

Per incrementare la share di mercato, la società offrirà una più vasta possibilità di scelta su ogni fascia di prodotto. L’anno si apre con otto annunci, tre laser economiche e cinque multifunzione per le aziende di medie e grandi dimensioni, tre dei quali “sconfinano” nel settore copy

Lexmark ha dato appuntamento a Milano a partner e
clienti per esporre le linee strategiche che caratterizzeranno sia il fronte
business sia quello consumer nel 2006. Alla base di tutto, ovviamente, ci
saranno i prodotti: molti i nuovi annunci attesi durante l'anno, ma la società
non ha assolutamente intenzione di trascurare le macchine che ha già a listino.
Uno dei punti forti dell'offerta sarà infatti l'ampia possibilità di scelta
riservata ai clienti.


L'introduzione a listino dei nuovi prodotti seguirà un percorso e delle
finalità ben definiti. Come ha precisato Pietro Renda, direttore marketing e
vendite Smb, «sul versante large account, Lexmark punterà principalmente sul
tema riduzione dei costi, sensibilizzando il più possibile gli utenti su questo
argomento, mentre sul lato Pmi il focus sarà la semplicità d'uso: le nostre
macchine devono facilitare la crescita delle piccole e medie imprese».


Tale dichiarazione d'intenti si tradurrà nel brevissimo termine nel
rafforzamento della fascia entry level delle laser monocromatiche (sono in
arrivo le nuove E120N, E240 ed E240N), nel far ancor più leva sulla gamma
esistente (spingendo soprattutto le C522 e C524 annunciate a ottobre) e
nell'estensione della linea di multifunzione (sono previsti cinque nuovi
modelli: X644e, X644dte, X850, X852 e X854).


La E120N diventerà la proposte più economica di Lexmark sul lato laser: 152
euro il prezzo di listino per una macchina collegabile in rete, che raggiunge le
19 pagine al minuto e che stampa la prima copia in 8 secondi. Un po' più in alto
si collocano la 240 e la 240N (la versione con interfaccia di rete integrata): a
caratterizzarle troviamo una velocità di 26 ppm, un rumore in fase operativa
molto contenuto e un Lcd particolarmente intuitivo.


La peculiarità che più spicca nei nuovi multifunzione per gruppi di lavoro e
dipartimentali è la presenza di un pannello Lcd touch screen inedito. Si tratta
di un display molto più ampio di quelli sinora adottati dall'azienda (ma anche
dai concorrenti), totalmente personalizzabile che permette una gestione puntuale
e ottimizzata della macchina. Può essere infatti programmato in linguaggio
Java.


La linea X644 può gestire solo il formato A4, mentre le macchine della gamma
X85x arrivano anche all'A3. «Queste ultime - ha sottolineato Renda - si
indirizzano a un uso dipartimentale e ci portano a entrare in un mercato per noi
nuovo, quello delle fotocopiatrici, portandoci a un forte scontro con le aziende
tradizionalmente legate al settore “copy”. L'arma che useremo per differenziarci
sarà quella del costo della stampa».


Riguardo il versante consumer, il direttore della specifica divisione di
Lexmark, Marco Tosi, ha evidenziato come «il cliente sia evoluto rispetto a
qualche anno fa e ora quando cerca un prodotto, non ne cerca uno generico bensì
uno capace di risolvere precise esigenze. Per adeguarci alle richieste di questo
“nuovo” consumatore amplieremo la nostra offerta delle getto d'inchiostro e
miglioreremo le tecnologie usate».


Il 2005 è stato un anno in cui il settore ink jet ha mantenuto i medesimi
volumi di vendita del 2004, nascondendo però in questo modo che le stampanti
hanno fatto segnare un decremento del 20% e i multifunzione un aumento del 26%.
Dal lato printer sono cresciute solo quelle fotografiche, soprattutto quelle
specifiche per il formato 10 x 15: queste ultime hanno infatti registrato un
aumento del 100% e per quest'anno è prevista una crescita ancora maggiore.


La nuova ondata di prodotti Lexmark per il settore consumer arriverà
all'inizio dell'estate. Per ora la società si è limitata a presentare un
multifunzione, che però andrà a rivestire il ruolo di nuovo topo di gamma. È il
modello X8350 All-In-One Plus Photo, che, come si evince, dal nome si colloca in
una posizione ibrida: si rivolge infatti al settore Soho ma ha la capacità di
stampare immagini di qualità fotografica.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here