Ibm offre un chip di sicurezza integrato nei desktop

Ibm ha recentemente integrato un nuovo chip di sicurezza nei sistemi desktop NetVista A40p e S40p. é un dato di fatto che il cybercrime stia aumentando e la nuova legge sulle firme elettroniche sta rendendo la sicurezza una situazione sempre pi …

Ibm ha recentemente integrato un nuovo chip di sicurezza nei sistemi
desktop NetVista A40p e S40p. é un dato di fatto che il cybercrime
stia aumentando e la nuova legge sulle firme elettroniche sta
rendendo la sicurezza una situazione sempre più critica.
Relativamente alla sicurezza, il cliente costituisce l'anello più
debole nella rete, lasciando una backdoor aperta, senza altro che una
password a proteggerla. Integrato sulla mainboard dl sistema, il chip
di sicurezza Ibm protegge le comunicazioni elettroniche e le
informazioni chiave riservate dell'utente. Il circuito integrato
fornisce il punto finale più sicuro per l'infrastruttura a chiave
pubblica (Pki). Tutto infatti è basato sulla propria chiave privata.
L'Electronic Signatures In Global and National Commerce Act che è
entrato recentemente in vigore, attribuisce infatti alla firma
elettronica, lo stesso valore legale della firma manuale. Ibm ha
distribuito oltre tre milioni di pc dotati del chip di sicurezza
integrato. Il circuito integrato di sicurezza di Ibm non è riservato
ed è uno standard sostenuto da più di 139 aziende del Trusted
Computing Platform Alliance, del quale la società è uno dei membri
fondatori.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome