Ibm: nuovi Shark, Nas e nastri

A metà agosto saranno pronti i nuovi sistemi storage enterprise, potenti e veloci, all’insegna del Tco. In arrivo anche Nas per Pmi e tape drive per medio-grandi imprese

Dopo Ferragosto tutto lo storage di Ibm vivrà un'ondata di rinnovamento destinata ad aprire una nuova stagione all'insegna della potenza di memoria, velocità di trasferimento dati, networked computing e, soprattutto Tco, Total Cost of Ownership.


Aprirà la pattuglia dei rinnovi l'ultimo esemplare dei TotalStorage Enterprise Storage Server, al secolo, Shark, che sarà declinato in due versioni, 800 e 800 Turbo. Destinati ad animare ambienti San, i nuovi Shark saranno caratterizzati dalla capacità di trasferire dati fino a 2 Gbps su reti Fibre Channel e Ficon, da un'anima fatta di chip in rame, da dischi da 18, 36 e 72 Gb, e da una cache interna espandibile fino a 64 Gb. Quest'ultima funzionalità caratterizzerà il modello 800 Turbo, un sistema a sei vie destinato a gestire carichi di lavoro doppi rispetto ai modelli attualmente disponibili.


In generale, lo Shark 800 supporterà striping di dischi e mirroring dei dati in configurazione Raid 10. Il tema del Tco è affrontato anche con un software di replica dei dati, Pprc-Xd, le cui performance, dicono in Ibm, sono state più che raddoppiate, così come sono state migliorate le capacità di FlashCopy.


Contestualmente all'annuncio del rinnovo "dell'ammiraglia", Ibm ha ampliato l'offerta nei segmenti Nas e nastri.


Con il TotalStorage Network Attached Storage 100, Big Blue ha inteso mettere a disposizione delle medie aziende un appliance da 480 Gb, compatto e veloce nei trasferimenti dati, basato su Windows 2000 ottimizzato per il file serving e con dischi configurati in modalità Raid ed estraibili a caldo.


Con il TotalStorage Enterprise Tape Drive 3590 H, invece, Ibm ha introdotto nuove funzioni di gestione e di connettività nella propria architettura di Virtual Tape Server. Le nuove unità a nastro, sostengono in Big Blue, possono archiviare sulle attuali cartucce 3590 fino al 50% di dati in più, grazie alla presenza di una nuova testina a 384 tracce, che porta a 180 Gb la quantità di dati, con compressione 3 a 1, registrabili in una cartuccia. Il nuovo Tape Drive, poi, è collegabile a una struttura Ficon virtualizzabile in un unico canale integrato da 100 Mbps.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome