Ibm lancia Xml & Web Services Development Environment

Ibm ha resa disponibile la prima versione di un ambiente di sviluppo Web e di un kit di strumenti, che la casa di Armonk pianifica di integrare in WebSphere e altri prodotti middleware strategici il prossimo anno. Battezzato Xml & Web Services Developm …

Ibm ha resa disponibile la prima versione di un ambiente di sviluppo
Web e di un kit di strumenti, che la casa di Armonk pianifica di
integrare in WebSphere e altri prodotti middleware strategici il
prossimo anno. Battezzato Xml & Web Services Development Environment,
l'ambiente è progettato per permettere agli sviluppatori e agli
utenti corporate di convertire sia le applicazioni esistenti sia le
applicazioni e-business, in un certo numero di servizi basati su Web.
Il nuovo Web Services Tool Kit permette agli sviluppatori di poter
accedee alle Api (Application Programming Interface) e agli ambienti
di runtime di cui necessitano per sviluppare i servizi Web. Il tool
kit include Uddi 4J, un server Uddi Java-based a nodo singolo e il
supporto per l'Xml & Web Services Development Environment di Ibm.
Accanto a WebSphere, Ibm metterà in bundle il prodotto finito con
Db2, il software di gestione di sistema Tivoli, MqSeries, il software
di messaggistica e Lotus Notes, durante la prima metà del prossimo
anno. Ibm supporta gli standard strategici e li utilizzerà per
muovere i propri prodotti e le proprie strategie Web Services inclusa
l'Uddi, il Simple Open Access Protocol (Soap), il Trading Partner
Agreements Markup Language (tpaMl), e il Web Services Description
Language (Wsdl). Sottolineando il proprio impegno verso i servizi
Web, Ibm ha anche annunciato due iniziative che aiuteranno gli utenti
ad apprezzare al meglio le proposte di valuta dei servizi Web. Si
tratta di developWorks Web Services Special Topic Area, un sito dove
gli sviluppatori possono collezionare una serie di strumenti di
education, di consigli e il codice per costruire applicazioni basate
su Web peer-to-peer e della seconda iniziativa, denominata jStart per
servizi Web. Questa si propone agli utenti come strumento per
sviluppare progetti, agganciandosi a quei partner che hanno gli skill
più appropriati per le necessità del momento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here