Ibm apre a Soa il monitoraggio di Tivoli

Con la versione 5.3 di Tivoli Monitoring for Transaction Performance, Big Blue ha esteso la gamma transazioni analizzate. Ora vi sono Sap, Siebel e, soprattutto, i Web service.

4 ottobre 2004

Ibm ha ampliato il raggio d'azione della propria offerta di system management grazie all'aggiornamento di Tivoli Monitoring for Transaction Performance (Tmtp), arrivato alla release 5.3 e disponibile al costo di 6.200 dollari per nodo o "punto di monitoraggio".


La nuova versione del software, che analizza le prestazioni delle transazioni Web in base ai tempi di risposta sperimentati dall'utente finale, allertando gli amministratori nel caso di anomalie, è importante in quanto estende il monitoraggio a un ventaglio di applicazioni e di dati più ampio.


Oltre alle performance relative all'application server, infatti, ora possono essere scandagliate anche quelle del Web server e di alcuni prodotti Ibm, tra cui la piattaforma per mainframe Information Management System e il database Db2.


Ma non è tutto, perché il nuovo Tmtp analizza anche transazioni di backend relative ad applicazioni Sap e alla versione 7.7 di Siebel. E, soprattutto, è in grado di portare il controllo a livello di Web service.


Quest'ultima miglioria rappresenta il primo passo concreto del Tivoli Group di Ibm all'interno del dominio Soa (Service oriented architecture).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here