I want you, Mac!

Il sito principale dell'esercito degli Stati Uniti (http://www.army.mil/) il 28 giugno scorso è stato attaccato da un hacker, che e' riuscito a scardinare le trincee di protezione del server, basato su Windows NT, e a creare una testa di ponte nemica nelle pagine Web del sito. Ma l'esercito più potente del mondo e' subito passato al contrattacco: ha deciso che Windows NT non era abbastanza sicuro, ed ha affidato le proprie difese informatiche a... Macintosh.
Per la cronaca, l'hacker era un 19enne del Wisconsin, già rintracciato e arrestato. Tutto è documentato all'Url http://www.dtic.mil/armylink/news/Sep1999/a19990901hacker.html.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome