I telefoni Bt in Spagna parlano Ip

Sembra essere Bt il primo carrier a portare a termine i progetti pilota sulla telefonia Ip in Europa. L’operatore inglese, infatti, dopo aver manifestato dubbi sulla qualità del servizio in base alle iniziali impressioni dei propri test, ha annu

Sembra essere Bt il primo carrier a portare a termine i progetti pilota
sulla telefonia Ip in Europa. L'operatore inglese, infatti, dopo aver
manifestato dubbi sulla qualità del servizio in base alle iniziali
impressioni dei propri test, ha annunciato a sorpresa il lancio di un
servizio basato su Ip in Spagna.
A partire da settembre, dunque, Bt utilizzerà il protocollo Ip per
instradare il traffico voce e dati, sul territorio spagnolo. Di fatto, le
chiamate verranno commutate sui tradizionali circuiti nel local loop, ma
tra le centraline di scambio saranno incapsulate in pacchetti Ip.
La svolta di Bt a favore della telefonia Ip ha un protagonista: si tratta
di Nortel Networks, che fornirà per questo progetto iberico ben 90mila
linee Voip (Voice Over Ip) in quattro anni. La rete sarà costruita attorno
all'architettura IpConnect di Nortel e, in particolare, al gateway che
costituisce l'IpConnect Engine, basato su una piattaforma Sun. Garantita,
ovviamente, la compatibilità con il protocollo di segnalazione Ss7.
All'inizio il servizio dovrebbe essere offerto agli utenti residenziali, ma
potrebbe anche arrivare alle imprese. In realtà, Bt crede che i primi sian
o
più sensibili al prezzo che alla qualità e siano disposti a perdere un p
o'
di quest'ultima per veder calare l'ammontare delle loro bollette.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here