I servizi pubblici europei pianificano cambiamenti radicali

Dodici compagnie elettriche europee stanno per organizzare uno tra i più grandi scambi di approvvigionamenti in linea per un valore di almeno 22 miliardi di euro all’anno. Scottish Power, che insieme con la spagnola Endesa guidano il nuovo forum …

Dodici compagnie elettriche europee stanno per organizzare uno tra i
più grandi scambi di approvvigionamenti in linea per un valore di
almeno 22 miliardi di euro all'anno. Scottish Power, che insieme con
la spagnola Endesa guidano il nuovo forum Internet per l'acquisto di
merci e servizi destinati all'industria ha affermato che le 12
società bruciano da sole circa un terzo dei 66 miliardi di euro
totali spesi a livello europeo ogni anno, per l'acquisto di tubi,
cavi, ingranaggi, calcolatori e altre merci e servizi. Le transazioni
non comprenderanno il combustibile, la voce più onerosa su molte
delle liste della spesa dei soci del consorzio, ma si pensa comunque
di risparmiare fino al 50 per cento sui costi di transazione e fino
al 10 per cento sui prezzi di acquisto per il resto delle necessità
delle dodici industrie, grazie alla possibilità di escludere i
processi di approvvigionamento più lunghi e costosi. Anche
Electricite de France ed Enel, due tra le compagnie elettriche più
grandi d'Europa, sono coinvolte nel nuovo scambio, che si pensa di
rendere operativo prima della fine dell'estate. Altri membri
coinvolti nell'impresa sono la tedesca Rwe di Germania, la svedese
Vattenfall, la spagnola Iberdrola e il gruppo belga Electrabel,
insieme con le compagnie britanniche di National Grid, United
Utilities, Northern Electric, e l'irlandese Nuon.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome