I punti chiave del decreto 151

• Eliminazione di alcune sostanze pericolose (piombo, mercurio, corrosivi, cadmio, ritorno di fiamma) nella produzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche dal 1° luglio 2006. • Responsabilità del produttore per i dispositivi elettri …

• Eliminazione di alcune sostanze pericolose (piombo, mercurio, corrosivi, cadmio, ritorno di fiamma) nella produzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche dal 1° luglio 2006.

• Responsabilità del produttore per i dispositivi elettrici ed elettronici immessi sul mercato con il proprio marchio per le attività di raccolta, gestione e corretto smaltimento delle Aee (Apparecchiature elettriche ed elettroniche) una volta giunte a fine vita.

• Obbligo di raccolta differenziata per i Raee domestici e obiettivo di raccolta di 4 kg pro capite anno entro il 31 dicembre 2008.

• Obiettivo di reimpiego, recupero e riciclaggio secondo la tipologia di Aee in percentuale di peso.

• Divieto di conferimento di discarica di apparecchiature elettriche ed elettroniche non opportunamente trattate e contenenti sostanze o componenti pericolosi.

• Obbligo per i distributori di ritirare in rapporto 1:1 un Raee (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) al momento dell'acquisto di un'apparecchiatura elettronica nuova equivalente.

• Obbligo di adeguamento tecnologico degli impianti di trattamento Raee sulle base dei requisiti stabiliti (Allegato 2).

• Obbligo per i produttori di informare sia i consumatori sia i gestori del fine vita su composizione, presenza di sostanze pericolose e modalità di corretto smaltimento dell'apparecchiatura.

• Istituzione di forme di garanzia finanziaria per ogni Aee immessa sul mercato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here