I professionisti devono comunicare la Pec entro il 31 ottobre

Nall’ambito delle attività antiriciclaggio, è fatto obbligo di notificare all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo di Posta Certificata telematicamente tramite Entratel o Fisconline.

Entro il 31 ottobre 2014 gli
intermediari finanziari e gli altri soggetti tenuti agli adempimenti
antiriciclaggio
devono comunicare all'Agenzia delle Entrate il proprio
indirizzo Pec. Infatti, con il
provvedimento dell'8 agosto 2014, l'Agenzia delle Entrate,
congiuntamente con la Guardia di Finanza, ha stabilito le modalità e i
termini che intermediari e altri soggetti destinatari della normativa
antiriciclaggio devono osservare nello scambio di informazioni tra essi e gli
organi accertatori.

In
particolare è stato stabilito che le richieste e le risposte tra gli organi
accertatori e i soggetti destinatari degli obblighi antiriciclaggio devono
essere effettuate utilizzando il sistema Pec.

Pertanto gli intermediari finanziari, commercialisti, consulenti del lavoro,
revisori dei conti, notai, avvocati, promotori finanziari e tutte le altre categorie interessate dalla normativa  antiriciclaggio e tutti i soggetti sottoposti alle regole
antiriciclaggio devono comunicare all'Agenzia delle Entrate il proprio
indirizzo Pec. 

La comunicazione va effettuata telematicamente
(con Entratel o Fisconline) entro il 31 ottobre 2014, utilizzando il
tracciato telematico già predisposto per gli intermediari finanziari con il
Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 22/12/2005.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here