I piani di Amd per il rafforzamento dei K7

Nuovo capitolo della sfida infinita che vede protagonisti Advanced Micro Devices e Intel. Gli ultimi aggiornamenti annunciati dal produttore californiano riguardano l’architettura dei processori top di gamma K7 e le relative applicazioni per il mercato

Nuovo capitolo della sfida infinita che vede protagonisti Advanced Micro
Devices e Intel. Gli ultimi aggiornamenti annunciati dal produttore
californiano riguardano l'architettura dei processori top di gamma K7 e le
relative applicazioni per il mercato server e workstation. Amd, infatti,
sta lavorando alla nuova interfaccia della Cpu, denominata Slot B, che
dovrebbe costituire la base per realizzare le prime piattaforme
multiprocessore della società e fornire una compatibilità di tipo
"meccanico" ai Pentium Xeon di Intel. In aggiunta, sottolineano fonti
vicine ad Amd, lo Slot B renderebbe il K7 intercambiabile anche con i chip
Alpha attualmente usati da Compaq, e aprire in tal senso nuove opportunità
di mercato nella fascia alta di prodotto. In attesa delle descritte
evoluzioni, che secondo alcuni analisti potrebbero avere forti
ripercussioni (in termini di ripartizione dei margini di profitto) anche
nell'area dei processori low-end, dove Amd e Intel si combattano da tempo a
colpi di prezzi, sono ormai prossimi al rilascio i primi K7 monoprocessore
per desktop, che si renderanno disponibili nelle configurazioni da 500, 550
e 600 MHz. Il K7, va ricordato, è compatibile meccanicamente, grazie
all'architettura Slot A, con i Pentium III sul fronte del supporto dei
sistemi operativi Windows e delle relative applicazioni associate, ma
differisce dalle Cpu Intel per quanto riguarda il system bus (Amd utilizza
l'Alpha Ev6), "incongruenza" che sta a significare che per le due classi di
processori che si sfideranno sulla fascia alta dei desktop chipset e schede
madri saranno inevitabilmente diversi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here