I percorsi dell’innovazione

In mostra a Smau 2005, tecnologie, materiali, applicazioni innovative: dalle nanotecnologie alla robotica, dalle biotecnologie alle tecnologie spaziali, un percorso che accompagna il visitatore alla scoperta del futuro.

Nell'ambito dell'area
Consumer, Smau 2005 propone quest'anno i Percorsi
dell'innovazione,
l'iniziativa frutto della collaborazione con
Nòva24 - Il Sole
24 ORE e con la Camera di Commercio di Milano
, nata con l'obiettivo di offrire una vetrina
di prestigio all'innovazione italiana.


 


Si
tratta di una vera e propria novità che fa il suo debutto in occasione di Smau
2005 e che dà vita, all'interno del padiglione 16, ad uno spazio
interamente dedicato al futuro dove istituti, centri di ricerca, spin off,
università e aziende espongono progetti e prototipi oggi allo studio.


 


L'iniziativa
esplora il tema dell'innovazione attraverso grandi aree tematiche: Innovazione
per l'uomo, Innovazione per la conoscenza, Informatica e telecomunicazioni,
Innovazione aerospaziale.


 


In
particolare, nell'area dedicata all'Innovazione per l'uomo si parlerà di
biotecnologie e robotica. In mostra i laboratori Tecnothon, che fanno
capo alla fondazione Telethon, il Museo Nazionale della Scienza e della
Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano,
i robot di It Robotics, le
società spin-off universitari Era endoscopy (Università Sant'Anna di
Pisa) e Aida (Politecnico di Milano). E' un'occasione unica per il grande
pubblico di appassionati di tecnologie per vedere robot umanoidi, strumenti per
la diagnosi medicale, soluzioni per l'ausilio a disabili e anziani e 'giocare'
con gli esperimenti del Museo della Scienza e della Tecnologia che illustrano
come manipolare il Dna.


 


L'area
Innovazione per la conoscenza ospita l'Area Science Park di
Trieste con il simulatore di volo delle Frecce tricolori e le innovazioni
dell'Istituto Oceanografico e del Centro Nazionale di Ingegneria Genetica.
C'è poi Pf2 Software per la gestione, la catalogazione e la
fruizione di contenuti legati al patrimonio culturale, i dimostratori
nanotecnologici di Scriba (spin off dell'Università di Bologna) e i robot
sottomarini dell'Università di Napoli con il progetto Musc, Microcomputer for underwater system
control
.


 


La sezione
dedicata a Informatica e telecomunicazioni vanta la partecipazione dei
Pirelli labs con Pirelli Broadband Solutions, dei Cisco Photonics
Labs
, entrambi impegnati nella ricerca fotonica applicata alle reti a larga
banda. Quattro sono le aziende che fanno parte del distretto tecnologico
Torino Wireless e che presentano innovative applicazioni che sfruttano le
connessioni senza fili. STMicroelectronics mostra i dispositivi basati
sulla tecnologia Mems (Micro electro mechanical system) che consente di
integrare in un unico componente elementi meccanici e circuiti elettronici.
Infine il super computer di Eurotech presenta i prototipi dei suoi
computer indossabili.


 


Nell'area
destinata all'innovazione aerospaziale trovano posto i satelliti di Alcatel
Alenia Spazio
con le missioni Mars Express e la costellazione Galileo e i
progetti Spqr ed Eneide dell'Università La Sapienza di Roma in
collaborazione con Filas.


 


Centri di
ricerca, grandi aziende che dedicano alla ricerca e sviluppo grandi risorse,
Università, parchi scientifici, musei: il panorama dell'innovazione italiana è
ampio e di grande valore e I Percorsi dell'innovazione ne offrono un'ampia
visione. Ogni espositore propone pezzi unici, tecnologie che hanno appena
ottenuto brevetti, sistemi che presto diventeranno parte di prodotti
commerciali.


 


Ma i pezzi unici non sono solo i prototipi o gli esperimenti, sarà
ospite in mostra anche la Ferrari F430 che, con la sua ampia
dotazione tecnologica di derivazione Formula 1, ha cose interessanti da
raccontare in termini di innovazione.


 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome