I nuovi Deskpro a misura d’utente

“Compaq torna alle origini, dopo i recenti “”botti”” nel mondo enterprise. Lalinee 2000 e 4000 rappresentano i primi esempi di macchine in linea con la nuova strategia build-to-order del costruttore texano.”

Anche se ormai appare chiaro che Compaq punti decisamente al mondo
enterprise, le origini pc non possono certo essere trascurate. Dunque, ecco
arrivare i nuovi Deskpro 2000 e 4000, che presentano rinnovate
caratteristiche di potenza e gestione, ma soprattutto mettono in pratica la
strategia build-to-order annunciata circa un mese fa, presentandosi con
chassis modulari, dischi removibili e varie schede di rete (Nic).
Gli entry level 2000 monteranno Pentium Mmx, 16/32 Mb di Sdram
(Synchronous Dynamic Ram), grafica Pci a 64 bit con supporto di un massimo
di 4 Mb di Ram video e dischi da 2 o 3 Gb. I Deskpro 4000, invece, si
collocano nella fascia midrange e aggiungono controller Ethernet 10/100
Mbps, dischi UltraDma e un driver manager universale. Il controller può
essere attivato anche da postazione remota per aggiornamenti e diagnostica.
Per il prossimo futuro, oltre a un Deskpro 2000 con Pentium II, si attende
un modello 4000s, simile nella forma all'attuale 4000n NetPc, ma con slot
Pci/Isa accessibile da utente e floppy interno. In sostanza, questa
macchina andrà a soddisfare le esigenze di chi vuole un prodotto leggero,
ma non accetta i limiti dei NetPc. Il costo, naturalmente, sarà un po' pi
ù
elevato. Inoltre, è atteso un Deskpro 6000; che incorporerà il chipset 4
40
Lx di Intel, che supporta la correzione automatica di errori Ram,, Agp;
Sdram, Acpi (Advanced Configuration Power Interface) e il protocollo hard
drive a 33 Mhz UltraDma.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here