I garanti Ue danno la linea sulle cartelle cliniche

Approvato un documento che fissa le linee guida

I garanti dell'Unione europea hanno approvato un documento che punta a
fissare un quadro giuridico di garanzie che i legislatori nazionali sono
chiamati a rendere operative riguardo al tema della cartella clinica
elettronica. Sul documento sarà aperta una consultazione pubblica per sollecitare
contributi e commenti.


“Il documento - spiega la newsletter del Garante - si compone di
una parte generale nella quale sono indicate le premesse per l'istituzione di un
sistema nazionale di cartelle sanitarie elettroniche (Ehr, Electronic health
records), e di una parte specificamente dedicata all'individuazione delle
garanzie per la protezione dei dati”
.


Secondo i garanti il fondamento più appropriato per l'istituzione di un
sistema di cartelle cliniche elettroniche è offerto dall'articolo della
direttiva che consente agli Stati membri di trattare i dati sensibili senza il
consenso della persona, purché questo avvenga per motivi di "interesse
pubblico rilevante"
e siano fissate misure legislative che tutelino i
principi di protezione dei dati. Questo non significa che agli Stati è vietato
di realizzare sistemi di sanità elettronica fondati su altri presupposti
giuridici, ma che il sistema indicato sembra essere quello in grado di offrire
maggiori tutele perché prevede l'obbligo di fissare per legge le garanzie in
materia di protezione dei dati.


Le garanzie sono l'oggetto della seconda parte del documento di lavoro che
indica la necessità di rispettare il principio di autodeterminazione del
paziente nell'articolazione del sistema, e quindi di prevedere spazi e momenti
diversi per esprimere tale autodeterminazione (attraverso il consenso vero e
proprio, opt-in, o forme di dissenso, opt-out). E' necessario però definire
garanzie anche rispetto all'accesso da parte di operatori sanitari, del paziente
e di soggetti terzi. A tale proposito, il documento esclude la possibilità di
consentire un accesso diretto alla cartella sanitaria elettronica da parte di
soggetti privati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome